Beppe Grillo attacca Mattarella, e annuncia l’addio alla leadership del M5S

News

Beppe Grillo attacca Mattarella, e annuncia l’addio alla leadership del M5S

Ha suscitato clamore l’intervista concessa da Beppe Grillo e trasmessa dalla trasmissione di La7, ‘In onda’ nella quale, il comico genovese, ha attaccato l’immobilismo del presidente della Repubblica, Mattarella, e ha annunciato di volersi defilare rispetto al dibattito politico per tornare a calcare i palcoscenici. “Pensavo che Mattarella almeno un pugno sulla scrivania lo potesse dare, io il capo dello Stato non so neanche chi sia o cosa faccia. Assistiamo a decreti in continuazione, decreti con la semantica, che non si capisce neanche cosa vogliano dire”.

Beppe Grillo ha attaccato il Capo dello Stato per l’atteggiamento troppo morbido rispetto alle riforme del governo Renzi, con buona pace di tutti i commenti positivi che il leader del M5S aveva espresso al momento dell’elezione del Capo dello Stato. ” Nel primo incontro avevo detto a Mattarella, guardi prima di firmare, si prenda un insegnante che capisca il senso di queste cose.

Si legga bene parola per parola, perché la truffa è quella”.

Annuncia che tornerà a fare spettacoli a fine anno, e che la gente dovrà capire che lui non è il leader del movimento, ma soltanto un uomo che ha lanciato un’idea: “Ho un’età pazzesca, una famiglia numerosa, ho fatto il mio tempo. Il M5S rimane la mia vita ed è nato con le idee che avevo io sulle rinnovabili, rifiuti e acqua pubblica. Le 5 stelle sono questi temi qui. Una volta che si sarà chiarito che non sono il leader incontrastato del Movimento, che non sono in carica, che non devono votare Grillo ma un’idea di cui io ho fatto parte, allora – conclude – potrò dedicarmi al mio lavoro che è quello di divertire e di far vedere alla gente cose che forse non sa”.

Leggi anche

Loading...