Berlusconi indagato: 850mila euro a Tarantini per tacere sulle escort COMMENTA  

Berlusconi indagato: 850mila euro a Tarantini per tacere sulle escort COMMENTA  

20120419-093023.jpg

Bari – La Procura di Bari ha iscritto Silvio Berlusconi nel registro degli indagati. La firma in calce all’avviso di garanzia è quella del procuratore aggiunto di Bari Pasquale Drago.

Berlusconi è accusato di “avere, in concorso con Lavitola Valter, indotto Giampaolo Tarantini” a mentire, “o comunque a non rendere dichiarazioni” ai pubblici ministeri di Bari che procedevano nell’inchiesta sul giro di escort dell’imprenditore barese che allietava le notti di palazzo Grazioli e Villa Certosa.

Secondo i magistrati, Berlusconi ricompensò il silenzio di Tarantini con 850mila euro. A sostegno delle accise mosse nei confronti di Silvio Berlusconi ci sono una serie d’intercettazioni telefoniche dalle quali emergerebbe la volontà di Berlusconi, attraverso la mediazione di Lavitola, di comprare il silenzio del faccendiere barese.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*