Berlusconi lancia “Vita spericolata” su Radio Gioventù

Musica

Berlusconi lancia “Vita spericolata” su Radio Gioventù

“Per tutte le ragazze e i ragazzi in ascolto, una canzone cult di Vasco Rossi il cui titolo voi conoscete bene: è Vita spericolata“. Così Silvio Berlusconi ha concluso il suo intervento a Radiogioventu.com, nell’ultima puntata del programma con il ministro della Gioventù Giorgia Meloni e il giornalista Pierluigi Diaco. “Mi sembra – ha detto Berlusconi – che il titolo coincida con il mio passato e il mio presente. In futuro mi piacerebbe una vita più tranquilla, ma so che sarà molto difficile».
Il commento più aspro è stato quello di Filippo Ceccarelli su La Repubblica (questo il link), che definisce il programma la nuova cyberpropaganda:AL giorno d’oggi la propaganda si fa chiamare “Comunicazione istituzionale”; e se ai tempi dell’Eiar, la radio del periodo fascista diramava imprese del regime in tono stentoreo, l’odierna retorica del potere impone un registro sdolcinato, ammiccante e ye-ye.
Esemplare, da questo punto di vista, la trasmissione radiofonica del ministero della Gioventù a cui ieri pomeriggio, complici gli ardori del conduttore Diaco e le risatine del ministro Meloni, è intervenuto in differita il presidente del Consiglio Berlusconi. Al quale è stato infine richiesto di presentare la celeberrima canzone di Vasco Rossi “Una vita spericolata”.
Al premier, come ad altri in passato, è stato chiesto di lanciare una canzone. In realtà non è stato il Cavaliere a scegliere il brano, ma di fronte alla selezione dei due conduttori, ha mostrato di gradire. «Mi sembra – ha commentato – che il titolo coincida con il mio passato e il mio presente. In futuro mi piacerebbe una vita più tranquilla, ma so che sarà molto difficile».
Sulla varietà di spericolatezze che affliggono il Cavaliere in questi ultimi tempi non si è spesa ovviamente una sola parola […].Di tono ben diverso, e un po’ moscio, i commenti su Il Giornale e Quotidiano.net, che si consola pubblicando il testo della canzone:Voglio una vita maleducata
Di quelle vite fatte fatte così
Voglio una vita che se ne frega
Che se ne frega di tutto siiii
Voglio una vita che non è mai tardi
Di quelle che non dormono maaai
Voglio una vita
Di quelle che non si sa maaai
E poi ci troveremo come le Star
A bere del whisky al Roxy Bar
O forse non c’incontreremo mai
Ognuno a rincorrere i suoi guai
Ognuno col suo viaggio ognuno diverso
Ognuno in fondo perso dentro i fatti suoi
Voglio una vita spericolata
Voglio una vita come quelle dei films
Voglio una vita esagerata
Voglio una vita come Steve Mc Queen
Voglio una vita che non è mai tardi
Di quelle che non dormi maiii
Voglio una vita
La voglio piena di guaiii
E poi ci troveremo come le Star
A bere del whisky al Roxy Bar
Oppure non c’incontreremo mai
Ognuno a rincorrere i suoi guai
Ognuno col suo viaggio ognuno diverso
Ognuno in fondo perso
Dentro i fatti suoi
Voglio una vita maleducata
Di quelle vite fatte cosìììì
Voglio una vita che sene frega
Che se ne frega di tutto siiii
Voglio una vita che non è mai tardi
Di quelle che non dormi maiii
Voglio una vita
Vedrai che vita vedraiii
E poi ci troveremo come le Star
A bere del whisky al Roxy Bar
O forse non c’incontreremo mai
Ognuno a rincorrere i suoi guai
E poi ci troveremo come le Star
A bere del whisky al Roxy Bar
Oppure non c’incontreremo mai
Ognuno a rincorrere i suoi guai
Voglio una vita spericolata……..
Voglio una vita maleducata……..
Voglio una vita esagerata……..
Voglio una vita esagerata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...