Berlusconi, ritorno al voto non è utile

News

Berlusconi, ritorno al voto non è utile

All’indomani dei risultati definitivi e della situazione politica che si profila per il nuovo governo, Silvio Berlusconi non ritiene sia utile tornare al voto: “non credo sia utile in questa situazione”, ha commentato il Cavaliere a La Telefonata. Parlando dello spread ha aggiunto: “abbiamo vissuto felicemente per tanti anni senza preoccuparci dello spread che è un’invenzione di due anni fa, lasciamolo stare, non confrontiamoci sempre e comunque con la Germania, non ha importanza, abbiamo sempre fatto a meno dello spread continuiamo a farne a meno, non sono assolutamente preoccupato i mercati sono indipendenti e anche un po’ matti”.

Invece per quanto riguarda l’immediato futuro politico, l’ex premier ha dichiarato: “ora tutti riflettano su cosa si puo’ fare di utile per l’Italia; e la riflessione prendera’qualche tempo. Qualche risultato positivo si è avuto: non entrano in Parlamento personaggi come Fini, Ingroia e Di Pietro, giustizialisti di cui nessuno sentira’ la mancanza”.

Secondo i sondaggi in mano a Berlusconi, il Pdl avrebbe potuto avere il premio di maggioranza: “noi avevamo dei sondaggi che ci davano lievemente davanti al Pd alla camera e immaginavamo che saremmo stati noi ad avere il premio di maggioranza invece sembra che ce l’abbia il Pd, per questo Alfano ha ritenuto di chiedere il riconteggio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...