Bersani: “Lavoro, il governo non può dire al Pd ‘prendere o lasciare'” COMMENTA  

Bersani: “Lavoro, il governo non può dire al Pd ‘prendere o lasciare'” COMMENTA  

Il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, sull’annosa questione della riforma del mercato del lavoro, ha dichiarato: “Si pensa che il presidente Monti possa dire a noi ‘prendere o lasciare’? Non l’ha mai detto in questi mesi neanche su cose minori, non mi aspetto che il presidente Monti lo faccia adesso. Con noi si ragiona e votiamo quando siamo convinti.

Leggi anche: Bersani contro Renzi: Pd fra arroganza e sudditanza

La Cisl e la Cgil fanno il loro mestiere, il Partito Democratico perché ha una certa idea di democrazia e una certa idea di modello sociale”. Lo scontro sulla controversa riforma del lavoro si sposterà ora in Parlamento: molte saranno le difficoltà e prove che il governo Monti dovrà superare, per riuscire a fare approvare la riforma entro l’estate.

Leggi anche: Bersani per il no al referendum: appuntamento con l’Apocalisse

Leggi anche

famigliadown
News

Bimbo Down abbandonato: famiglia cerca adozione

Un mese fa, al Policlinico di Bari, era stato partorito e abbandonato un bimbo affetto dalla Sindrome di Down e finalmente è arrivata una coppia disposta ad adottarlo. Il piccolo si trova ancora in una culla del reparto di Neonatologia nel capoluogo pugliese, ma quando sarà dimesso, avrà una casa pronta ad accoglierlo. Poco tempo prima era stata abbandonata nello stesso ospedale una bimba con la medesima patologia – causata, lo ricordiamo, dalla presenza di un cromosoma 21 in più – ed è stata subito "scelta". Diverso il caso del maschietto, per cui i richiedenti adozione hanno seguito un “lungo percorso” secondo la prassi. In entrambi in casi comunque si Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*