Bevande energetiche: attenzione, possono essere molto pericolose

Curiosità

Bevande energetiche: attenzione, possono essere molto pericolose

bevande energetiche

Secondo studi medici, le bevande energetiche contengono zuccheri e stimolanti, che se assunti in quantità elevate, possono provocare seri danni al nostro organismo.

Dean Wharmby è un padre di famiglia, ma è anche un atleta ambizioso. Nato a Manchester, in Inghilterra, il culturista dà grande importanza al suo corpo. Nel tempo l’uomo è diventato una montagna di muscoli, oltre che un capitale su cui investire. Dean ha impiegato gran parte del proprio tempo nella formazione e nella nutrizione. La sua dieta prevede l’assunzione di diecimila calorie al giorno per poter costruire molta massa muscolare. Ha inoltre l’abitudine di bere enormi quantità di bevande energetiche.

1505606_441629532666206_467789541592210284_n

Per assumere una tale quantità di calorie, Dean consuma un misto di fast food insieme ad alimenti più equilibrati, come pollo, pesce e uova. In questo modo riesce a far fronte alla maggiore esigenza di proteine. Inoltre l’atleta consuma bevande energetiche per aumentare la propria concentrazione durante i suoi duri allenamenti. Era arrivato a consumarne due lattine ogni ora.

Schermata 2017-05-19 alle 09.42.31

Cinque anni fa il piano dietetico e sportivo di Dean comincia però a fallire.

L’uomo si è infatti ammalato. I medici gli hanno diagnosticato un tumore, ma nonostante ciò il bodybuilder si rifiuta di sottoporsi alla chemioterapia. Si affida invece a delle cure alternative naturali, che in un primo momento sembrano funzionare. La sua ulcera infatti si riduce, fino quasi a scomparire del tutto.

Bevande energetiche: causa della malattia del culturista

Dean ricade allora nei suoi soliti vecchi schemi di comportamento. Riprende esattamente dal punto in cui si era dovuto fermare a causa della malattia. Ma stavolta con conseguenze ancora peggiori. I medici gli diagnosticano nuovamente un burro male, questa volta un cancro al fegato. Dean cerca di fuggire dalla malattia con una dieta sana e rigorosa, ma rifiuta comunque la chemioterapia. In pochissimo tempo, l’atleta comincia a perdere drasticamente peso.

14324_442145525947940_3598298050764780787_n

Per il giovane è ormai troppo tardi. Praticamente in agonia, viene a scoprire qual era il motivo che lo aveva fatto ammalare: le bevande energetiche! L’altissimo contenuto di zuccheri agiva infatti sulle cellule tumorali come un terreno fertile.

Qui le cellule maligne potevano crescere e diffondersi più velocemente. Dean pensa che le bevande energetiche siano responsabili della sua malattia.

11693821_492611974234628_1218104214346602916_n

Tra le braccia di sua moglie Charlotte, Dean si addormenta per sempre. Muore troppo presto, il giovane atleta, padre anche di una bimba, la piccola Scarlett. Voleva migliorare il suo corpo oltre misura, ma ha pagato con la vita la sua ambizione. Come molti atleti, per migliorare le prestazioni fisiche ha consumato delle quantità spropositate di bevande energetiche, accorgendosi solo troppo tardi dei loro effetti nocivi.

20494_495464267282732_2597587377883991226_n

Bevande pericolose anche il sistema cardiovascolare

Secondo un team di studiosi spagnoli, le bevande energetiche provocherebbero aritmie e problemi cardiovascolari anche gravi negli adolescenti. Perfino in quelli apparentemente sani. Lo studio, pubblicato sul “Canadian Journal of Cardiology” rivela che un giovane non dovrebbe mai bere più di una lattina da 250 millilitri al giorno. Per chi ha meno di sei anni anche soli 50 milligrammi di caffeina potrebbero essere estremamente pericolosi.

Le statistiche americane riportano anche 2000 casi di ricoveri all’anno di giovani.

Questi adolescenti, dopo aver bevuto queste bibite, si ritrovano alle prese con aritmia, fobie, ansia, problemi gastrointestinali e disturbi neurologici, palpitazioni e sudorazione. Non vengono esclusi nemmeno casi di vero e proprio infarto, causati da quel mix pericoloso di sostanze che le bevande energetiche nascondono. Oltre alla caffeina, spesso nelle lattine di bevande energetiche si celano la guaranina e altri stimolatori come il ginseng e la taurina. Si tratta quindi di vere e proprie “bombe” di energia, che dovrebbero essere sconsigliate ai giovani da parte di genitori, parenti o educatori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche