Biancavilla: Rapina in villa, arrestata la moglie di Longo. Ha confessato l’omicidio del marito

Catania

Biancavilla: Rapina in villa, arrestata la moglie di Longo. Ha confessato l’omicidio del marito

Clamoroso l’epilogo della vicenda relativa all’omicidio di Alfio Longo, 67 anni, nella sua villa di Biancavilla in provincia di Catania. I carabinieri hanno proceduto all’arresto della moglie, Vincenzina Ingrassia, di 64 anni. La donna avrebbe confessato di avere inventato la scena del delitto, prospettando inizialmente agli inquirenti la presunta l’uccisione del marito da parte di rapinatori che lo avrebbero bastonato in testa. La donna avrebbe colpito l’uomo con un bastone stanca di subire gli “scatti violenti” del marito e le vessazioni continue.

I sospetti degli inquirenti si era già concentrati sulla donna anche per alcune testimonianze dei vicini di casa, che avevano rivelato che i cani della coppia, quella notte non avevano abbaiato. Una circostanza anomala, visto che gli stessi vicini hanno raccontato agli investigatori che solitamente i cani abbaiano anche quando avvistano delle persone da lontano. Fra l’altro la famiglia Longo non viveva in condizioni cosi agiate da attirare l’attenzione di rapinatori famelici.

Un altro elemento che aveva destato sospetti è stato anche il magro bottino che i rapinatori avrebbero portato via dall’appartamento: poche centinaia di euro, e due anelli dell’uomo.