Bidello addormenta uno studente per violentarlo. Sul cellulare trovati sms hard agli alunni COMMENTA  

Bidello addormenta uno studente per violentarlo. Sul cellulare trovati sms hard agli alunni COMMENTA  

Bidello fa entrare a casa sua un ragazzo e con la scusa di offrirgli qualcosa da bere lo addormenta con un medicinale.  I fatti risalgono a un paio mesi fa e sono avvenuti in un piccolo paese dell’entroterra.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Cingoli con le accuse di tentata violenza sessuale con inganno e adescamento di minorenni. Il ragazzo, che è maggiorenne, prima di perdere i sensi, era riuscito a telefonare al padre e alla compagna, chiedendo loro aiuto.

Il genitore, arrivato a casa del bidello (che lavora in una scuola dell’Anconetano), aveva trovato il figlio disteso sul letto semivestito. 

Sul cellulare del bidello i militari dell’Arma hanno trovato foto di ragazzi maggiorenni addormentati e messaggi a sfondo sessuale che l’uomo avrebbe inviato agli studenti minorenni che frequentano la scuola dove lui presta servizio (da qui la contestazione dell’adescamento). La misura cautelare, disposta dal Gip Enrico Pannaggi, era stata chiesta dal sostituto procuratore Stefania Ciccioli.

Il bidello ora si trova ai domiciliari.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*