Bilancio 2012: Accordo Comune di Cuneo – Sindacati su aliquote IMU e addizionale IRPEF

Attualità

Bilancio 2012: Accordo Comune di Cuneo – Sindacati su aliquote IMU e addizionale IRPEF

Questo pomeriggio, mercoledì 28 marzo, l’Amministrazione Comunale di Cuneo, rappresentata dal Sindaco Alberto Valmaggia e dall’Assessore al Bilancio Patrizia Manassero, e le Organizzazioni Sindacali CGIL CISL UIL, con i rispettivi Sindacati dei pensionati SPI, FNP e UILP, si sono incontrate per discutere la manovra di bilancio relativa all’anno 2012.

La difficile ed incerta situazione finanziaria dell’Amministrazione, aggravata dalle ripercussioni delle quattro manovre economiche che si sono succedute nel 2011 (DL 98/2011, DL 138/2011, LS 2012-2014, DL 201/2011), unita al peggioramento della condizione sociale causata dall’aumento della disoccupazione e dalla perdita del potere d’acquisto di salari e pensioni, ha fatto ritenere assolutamente prioritaria la scelta di mantenere inalterata la spesa sociale del Comune, nonostante i pesanti tagli ai fondi nazionali e regionali sul settore socio-assistenziale. Inoltre i presenti si sono trovati in accordo sulla necessità di operare nel segno della massima equità sociale attraverso l’aumento delle aliquote base dell’IMU sugli immobili (ad eccezione della prima casa, ed in particolare sugli alloggi sfitti) e sul il passaggio alla progressività dell’Addizionale IRPEF comunale, innalzando soprattutto le aliquote sugli scaglioni di reddito più elevati.

In particolare dopo un’attenta discussione le parti hanno firmato un verbale di accordo che prevede:

1. di abbassare all’ 0,4% l’aliquota IMU sulle seconde case affittate con contratti concordati,
2. di abbassare all’0,4% l’aliquota IMU sulle case di proprietà di anziani e disabili ricoverati in strutture, purché non locate,
3. di costituire un Fondo a bilancio per il rimborso a posteriori dell’Addizionale IRPEF comunale per i cittadini con un ISEE sino a 15.000 euro se esclusivamente prodotto da lavoro dipendente, assimilato o pensione e sino a 11.000 euro per gli altri redditi.

Per i nuclei composti da un’unica persona con reddito da lavoro dipendente, assimilato o pensione, il limite di ISEE per il rimborso è fissato a 16.000 euro.

I punti 1 e 2 sono già stati inseriti nel Bilancio di Previsione 2012, mentre per quello che riguarda il punto 3, non potendo essere applicato nell’immediato, viene rimandato alla prossima Amministrazione.

L’Amministrazione Comunale e le Organizzazioni Sindacali si sono trovati in accordo anche sulla necessità di una riunione di verifica, in particolare sul Fondo per il rimborso dell’Addizionale IRPEF comunale, da organizzarsi presumibilmente nel mese di ottobre 2012.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...