Bimbo non vince la gara di nuoto: punito! - Notizie.it
Bimbo non vince la gara di nuoto: punito!
Attualità

Bimbo non vince la gara di nuoto: punito!

I capelli rasati a zero “come agli ebrei” – secondo la denuncia presentata dai genitori – e una croce disegnata in cima alla testa per non aver fatto bella figura in una gara internazionale di nuoto. E‘ la punizione inflitta da due istruttori e un’atleta di una piscina del vicentino ad un ragazzino di undici anni. A denunciare l’episodio i genitori del bambino, che hanno presentato un esposto contro i tre, indagati dalla Procura per abuso di mezzi di correzione. Saranno interrogati l’8 novembre prossimo.

Al rientro da una serie di gare di nuoto tenutesi a Locarno, in Svizzera, il ragazzino si è presentato ai genitori con la testa completamente rasata, ad eccezione di una porzione di capelli a croce. L’undicenne ha spiegato di essere stato punito in questo modo dal capo degli allenatori di 52 anni e dalla sua vice di 28, i quali avrebbero lasciato l’esecuzione materiale della «lezione» a un’atleta più anziana della comitiva.

Davanti agli altri baby atleti il taglio dei capelli sarebbe stato minacciato, ma non attuato, anche nei confronti di un secondo ragazzino, i cui familiari hanno presentato a loro volta un esposto denuncia.

Gli istruttori si sono difesi sostenendo che è abitudine rasare i capelli in occasione delle gare e che la croce rappresentava solo il simbolo della Svizzera. Hanno negato, invece, il riferimento antisemita.

La Procura ha delegato la squadra mobile di Vicenza a svolgere indagini approfondite sulla vicenda. Dalle maglie del riserbo degli investigatori si apprende che il caso viene trattato con la massima delicatezza, tenuto conto della giovane età del protagonista. La società di nuoto vicentina di cui facevano parte i due istruttori ha deciso di sospenderli cautelativamente, in attesa che la magistratura faccia piena luce sull’accaduto.

Fonte: affariitaliani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche