Bimbo precipitato in metro a Roma: il dipendente in lacrime

News

Bimbo precipitato in metro a Roma: il dipendente in lacrime

Roma – Si è svolta ieri una fiaccolata a Roma per commemorare Marco, il bimbo precipitato dall’ascensore presso la fermata Furio Camillo della metro A di Roma. Il dipendente Atac che si è occupato della manovra di accostamento dell’altro ascensore si è buttato in lacrime in ginocchio ai piedi della giovane madre.

“Perdono, perdono. È colpa mia”. Così urlava senza riuscire a rialzarsi. Il dipendente dell’Atac è schiacciato dai sensi di colpa e Francesca Giudice, la mamma del piccolo Marco, ha deciso di non denunciarlo. Ma i magistrati lo ascolteranno nei prossimi giorni poiché iscritto ne registro degli indagati insieme ai due dipendenti Italpol, accusati di omicidio e colposo e di aver agito per “eccesso di generosità” per liberare i due che erano rimasti bloccati nell’ascensore già da 20 minuti e gli addetti alla manutenzione non arrivavano.

Alla fiaccolata di ieri tantissime i cittadini venuti a lasciare fiori, messaggi, ceri accesi. Domani alle 9.30 si svolgeranno i funerali laici del piccolo presso la sala del Tempietto Egizio del cimitero monumentale del Verano.

Marino, invitato dalla famiglia al funerale, ha indetto per domani il lutto cittadino.

1 Trackback & Pingback

  1. Bimbo precipitato in metro a Roma: il dipendente in lacrime | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche