Bionazur 2012: la tradizione biologica cuneese a Nizza Sette le aziende agricole della Granda COMMENTA  

Bionazur 2012: la tradizione biologica cuneese a Nizza Sette le aziende agricole della Granda COMMENTA  

Il progetto Tourval, e in particolare quello relativo alla “Valorizzazione prodotti tipici”, sostenuto dalla Camera di commercio di Cuneo e finanziato dal programma Alcotra 2007-2013, ha come obiettivo la valorizzazione delle produzioni identitarie del territorio di confine con la Liguria e le Alpi Marittime: dalle valli Pesio e Vermenagna fino al Cebano-Monregalese e all’Alta Langa.

Il progetto coinvolge le province italiane di Cuneo, Imperia e Savona e il dipartimento francese des Alpes Maritimes, territori che presentano nell’entroterra una forte similitudine sia nell’identità che nel sistema economico di riferimento.

La provincia di Cuneo è conosciuta in tutto il mondo per la produzione agroalimentare di qualità: vini, formaggi, salumi, e prodotti ortofrutticoli. La ricerca di salubrità ha favorito negli anni lo sviluppo della produzione biologica che interessa circa mille aziende (il 5% del totale delle imprese agricole cuneesi e circa il 50% delle aziende biologiche regionali) di variabili dimensioni, distribuite su tutto il territorio.

È da questo assunto che la Camera di commercio di Cuneo, in collaborazione con la Coldiretti, promuove la partecipazione di sette aziende agricole biologiche di eccellenza alla 14a edizione di “Bionazur”. Una visita allo stand istituzionale sarà l’occasione per scoprire, anche attraverso momenti di degustazione guidata (che si effettueranno da venerdì 15 giugno a domenica 17 giugno, alle ore 11.30 e 16) i sapori e la tradizione di formaggi, frutta, vini, nocciole, miele e trasformati tutti rigorosamente biologici.

L'articolo prosegue subito dopo

“I prodotti biologici – sottolinea il presidente della Camera di commercio di Cuneo, Ferruccio Dardanello – integrano l’offerta delle imprese cuneesi che con impegno e innovazione tecnica costante sono in grado di produrre dei prodotti salubri, genuini e rispettosi dell’ambiente. In questo periodo di crisi, l’agricoltura biologica può offrire nuovi scenari e opportunità ai giovani imprenditori e rispondere alle esigenze di un pubblico sempre più attento alla sostenibilità del mercato”.
Cornice della grande fiera dei prodotti biologici e dello sviluppo sostenibile saranno i Jardin Albert 1er: un quadro salubre e di qualità nel cuore della città di Nizza. Le vie alberate, ricche di giardini e la vicinanza al mare offriranno al pubblico la vera essenza del salone: la qualità, l’ambiente e il biologico.
Manifestazione gratuita di grande successo, l’edizione 2011 ha visto la partecipazione di oltre 100 espositori e 40.000 visitatori.
La tre giorni di Bionazur avrà inizio venerdì 15 giugno per protrarsi a domenica 17 giugno, dalle ore 10 alle 20.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*