Black Mirror: citazioni più belle della serie tv COMMENTA  

Black Mirror: citazioni più belle della serie tv COMMENTA  

Our job is to explain what’s happening to you as best we can” è questo l’obiettivo di Black Mirror: in questa frase c’è racchiusa tutta la vera essenza di questa favolosa Serie Tv

Black Mirror è una serie televisiva britannica, il cui ideatore è Charlie Brooker: si tratta di una fiction che sembra quasi un’antologia letteraria, in ogni episodio personaggi e scene sono differenti l’uno dall’altro ed il filo comune e conduttore è quello di criticare aspramente il ruolo che la tecnologia ha nell’epoca odierna. Già il titolo “Black Mirror” se tradotto richiama subito alla mente del pubblico lo schermo oscuro e nero di ogni dispositivo televisivo, di un pc, laptop o di uno smartphone o tablet. Per la prima volta, questa serie tv è stata proiettata in prima visione su canale Channel 4 dal 2011 e su Sky Cinema 1 l’anno successivo. A luglio 2012 è stata la volta della seconda stagione composta solo da tre episodi come la prima, venendo a riconfermare l’ostilità e la criticità delle nuove tecnologie eccessivamente pervasive e lesive della sfera personale e dei diritti di ognuno di noi. Nel 2014 è stata annunciata l’intenzione di replicare il sequel e, così è stato, quando Netflix nel 2015 ha acquistato i diritti della serie proiettando la terza stagione divisa in due parti di sei episodi ciascuna. Per il prossimo venturo anno è attesissima la quarta stagione, che dire aspettiamo con pazienza e voglia!

Nell’attesa cerchiamo di rimembrare le frasi e le citazioni più belle della serie Tv più amata dello schermo britannico.


Nell’episodio intitolato “White Bear”, secondo episodio della seconda stagione la protagonista è Victoria, una donna che viene sottoposta al resettaggio della mente e della memoria per avere filmato l’omicidio di una bambina, omicidio commesso dal fidanzato della stessa. Scontando la pena, ogni giorno, la donna viene orribilmente sottoposta a tremende torture sotto gli occhi del pubblico e dei passanti  nel parco “White Bear Justice Park.


Non c’erano lacrime quando l’hai guardato fare quello che ha fatto. Hai filmato quello che ha fatto. Una povera piccina. Indifesa e terrorizzata e tu sei stata lì a guardare. Ti piace ora? Ti piace!?”.


Molto forte è l’immagine, le scene sono crude e molto cupe, le frasi sono da “racapricciare” la pelle al pubblico che vive le torture subite dalla donna con fiato sospeso ed angoscia.

L'articolo prosegue subito dopo


Sempre nella seconda stagione di Black Mirror, ricordiamo l’episodio successivo, il terzo intitolato “The Waldo Moment” che vede come protagonista Waldo, un orsetto di colore azzurro, un cartoon interpretato da un comico in crisi. Molto antitetico è l’accostamento dei due personaggi: il comico che interpreta il cartone mostra e fa comprendere al pubblico tutta la sua crisi, mentre l’orsetto Waldo estremamente vip e famoso, sembra debba concorrere alle elezioni della città di Stetonford. Le citazioni più belle e memorabili di questo episodio:

Ottieni un prodotto di intrattenimento politico globale che le persone vogliono davvero. Si può lanciare a livello mondiale.” “Come le Pringles.” “Qualcosa deve cambiare. Nessuno si fida di te perché sanno che non te ne frega di un cazzo al di fuori della tua nuvoletta.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*