“Blurred Lines” di Robin Thick è una canzone scandalosa? COMMENTA  

“Blurred Lines” di Robin Thick è una canzone scandalosa? COMMENTA  

La canzone che nel 2013 ha avuto più vendite e che  inoltre ha colpito di più il pubblico e i critici è decisamente Blurred Lines to Robin Thicke. Si tratta di una coincidenza o l’attenzione generale è dovuta al contenuto esplicito del testo e del video?

La mega-hit, che è diventata la più ascoltata canzone nella storia della radio, ha per produttori Thicke, il rapper TI e il co-sceneggiatore Pharrell Williams. I critici sostengono che il messaggio della canzone è “misogino” e degradante per le donne, e che il video di accompagnamento, con tre donne quasi nude che si pavoneggiano davanti ai cantanti maschi vestiti in stile elegante, non fa che rafforzare l’idea che anche una “brava ragazza” non sempre dica “no”.

Secondo Kate Russell da Rape Crisis, “Il testo di ‘Lines’ rafforza l’idea della violenza sessuale sulle donne. Russell, la cui organizzazione di beneficenza sfata questi miti, sostiene che “il testo e il video sembrano  messaggi vari e degradanti per le donne, usando un linguaggio misogino e immagini che molte persone avrebbero trovato non solo di cattivo gusto o offensivo, ma anche davvero molto vecchio stile.

Leggi anche: Mistero: la canzone maledetta che spinge al suicidio


Le femministe sono indignate. “La Vagenda” blog ha definito la canzone “un’orgia di oggettivazione femminile”, mentre Tricia Romano da “The Daily Beast” ha dato la sua polemica con il suo tormentone affermando che “Blurred Lines” è una canzone che istiga.

Leggi anche: David Bowie e il tributo alla Royal Albert Hall


Robin Thicke nega che lui e la co-star stiano cercando di sminuire le donne. “Io non voglio essere squallido, io sono un signore”, dice. “Sono innamorato della stessa donna da quando ero solo un adolescente e non voglio fare qualcosa di inappropriato “Thicke sottolinea che lui, Pharrel e TI sono tutti sposati con figli, e che la NSFW version del videoclip -. Diretto da Diane Martel – è stata sostenuta con entusiasmo dalla moglie Paula Patton.

“La mia reazione iniziale è stata: “Amo la versione vestita, non credo che dovremmo mandare in onda la versione nuda,” Thicke ha detto a Radio BBC 1. “E poi l’ ho mostrato a mia moglie e a tutti i suoi amiche e loro hanno detto: ‘Devi mettere questo video pubblico, è così sexy e cool.'”

Le donne coinvolte nella clip vedono anche la canzone e il video divertente e sexy, come una celebrazione della bellezza femminile. La modella Emily Ratajkowski dice “Quando guardo gli atteggiamenti delle donne nella realtà sono molto simili a ciò che ho portato nel video. Possiamo ignorare i ragazzi ma ci divertiamo. Si può vedere che nel video le donne sono in posizione di potere. I corpi delle donne sono belli. Non c’è nulla di cui vergognarsi. Dovremmo essere in grado di ballare in giro nude e celebrare la nostra bellezza “.

La controversia non ha certamente fatto nulla per fermare la popolarità della canzone.  La canzone infatti è in testa in decine di paesi in tutto il mondo, e così da ben sette settimane  ed è in cima alle classifiche di Billboard. YouTube ha vietato la versione ‘topless’ a marzo, ma la clip  è stata finora vista più di 110 milioni di volte. Innumerevoli cover e remix sono state create, tra cui versioni con Kermit la rana, e anche Bill Clinton.


In un settore in cui i corpi sono spesso preferiti al reale talento, in cui i testi sono spesso più suggestivi di poesie, e dove le pop star da Britney Spears a Lady Gaga possono mostrare i loro corpi come parte integrante dell’atto musicale, forse il più grande peccato commesso da Robin Thicke e co.

L'articolo prosegue subito dopo

è semplicemente che il loro messaggio è un po ‘troppo onesto e diretto.

Leggi anche

come-fare-sopracciglia-ad-ali-di-gabbiano
Guide

Come fare sopracciglia ad ali di gabbiano

Danno armonia a tutto il viso, eppure spesso vengono trascurate: le sopracciglia tornano protagoniste grazie alle star che adottano lo stile ali di gabbiano Sono molto di moda, piacciono, ma non sono adatte a tutti i volti. Sono le sopracciglia a forma di ali di gabbiano, che esaltano il magnetismo dello sguardo femminile, ma che non stanno bene a chiunque: il primo passo da fare prima di intervenire sulla “cornice” dei nostri occhi, infatti, è quello di chiedere un consiglio ad un esperto, possibilmente un estetista che ci sappia indicare con sincerità la soluzione più adatta ai nostri lineamenti. Ottenuto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*