Bocciato in commissione il Senato federale, Pdl e Lega sconfitti - Notizie.it

Bocciato in commissione il Senato federale, Pdl e Lega sconfitti

Politica

Bocciato in commissione il Senato federale, Pdl e Lega sconfitti

Non ha fatto in tempo a ricostituirsi che il ritrovato asse Lega-Pdl sconta la sua prima sconfitta a Palazzo Madama. Lega e Pdl si erano alleati per raggiungere insieme, come una volta, i propri “particolari” obbiettivi: semipresidenzialismo per i pidiellini, Senato federale per il Carroccio. E proprio su questo punto, l’ex maggioranza di centro destra riceve il primo “no”.

La commissione Affari Costituzionali del Senato ha bocciato l’emendamento della Lega sul Senato federale. Lo scrutinio si è concluso in pareggio, 13 a 13, che per il regolamento del Senato equivale a un voto contrario. Oltre a Pdl e Lega, in favore dell’emendamento si è espressa anche Coesione Nazionale, mentre i voti contrari sono arrivati da Pd, Terzo polo (Udc-Fli) e Idv, nonché dal senatore del misto Alberto Tedesco. Ha partecipato alla votazione anche il relatore e presidente della commissione Carlo Vizzini, il quale aveva affermato di essere pronto a dimettersi in caso di approvazione del Senato federale.

«Mi sono astenuto» ha dichiarato Vizzini «però, siccome l’astensione equivale a un “no”, il mio voto si è aggiunto a quelli contrari».

Il vicecapogruppo del Pdl, Gaetano Quagliariello, ha già dichiarato che la questione e l’emendamento della Lega saranno comunque riproposti in Aula domani, quando l’assemblea sarà chiamata a votare l’art.2 del ddl nella forma in cui era stato presentato dalla commissione.

Palazzo Madama, infatti, dovrà deliberare in merito al testo “Abc”, che prevede la riduzione dei senatori dagli attuali 315 a 254 (compresi 4 eletti all’estero), con l’istituzione di una “commissione paritetica” per le questioni regionali. La commissione sarà composta da un rappresentante di ciascuna regione e provincia autonoma e da un numero di senatori che rispecchi la proporzione tra i gruppi parlamentari. La commissione avrà un compito consultivo, non deliberativo.

Per quanto riguarda gli emendamenti sul semipresidenzialismo, il Pdl ha deciso di attendere i risultati della votazione di domani, visto che il punto fondamentale su cui si basava la nuova alleanza con la Lega, il Senato federale, sembrerebbe venuto meno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche