Boicottaggio pizza, Turchia contro Italia per Euro 2016 COMMENTA  

Boicottaggio pizza, Turchia contro Italia per Euro 2016 COMMENTA  

Turchia contro Italia. L’Irlanda passa il turno, colpa della sconfitta degli Azzurri. Parte campagna di boicottaggio dei prodotti italiani.

La Turchia sceglie di rinunciare ai prodotti tipici provenienti dall’Italia in segno di protesta per il mancato passaggio di turno agli ottavi di finali di Euro 2016: tutta colpa della sconfitta della nostra nazionale contro l’Irlanda.


L’eliminazione della Turchia è colpa della sconfitta dell’Italia

Il gol segnato a pochi minuti dalla fine che ha consegnato all’Irlanda la vittoria per 1 a 0 contro la nazionale allenata da Antonio Conte ha tolto alla Turchia la possibilità di ripescaggio fra le migliori terze classificate. Colpa dell’Italia, secondo la stampa turca, che ha lanciato una campagna di boicottaggio dei prodotti tipici del nostro paese.


A farne le spese, prima di tutto, è stata la pizza. “Non mangiamola più” è lo slogan lanciato da alcuni media turchi, decisi a farla pagare in qualche modo all’Italia per essersi lasciata battere dall’Irlanda. “Il comportamento dell’Italia non è stato corretto” ha commentato l’ex ct turco Ersun Yanal, che però ha anche aggiunto che “la colpa (dell’eliminazione della Turchia, ndr) non è tanto dell’Italia, quanto prima di tutto nostra”.


Regolamento da cambiare con la massima urgenza

Qualcuno ha rivolto critiche al regolamento di Euro 2016, come l’ex nazionale Ridvan Dilmen, secondo il quale i turchi sono stati “vittime” di un regolamento che andrebbe modificato “con la massima urgenza”.

L'articolo prosegue subito dopo

“Il Portogallo” ha esemplificato Dilmen, “continua il suo cammino avendo pareggiato tre volte, mentre noi e l’Albania che abbiamo vinto una partita siamo stati eliminati”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*