Boldrini e Grasso si riducono lo stipendio del 30%, tagli ai costi del Palazzo COMMENTA  

Boldrini e Grasso si riducono lo stipendio del 30%, tagli ai costi del Palazzo COMMENTA  

Il rigore è la parola d’ordine in questa XVII Legislatura appena cominciata. Nella prima riunione dei capigruppo al Senato e alla Camera si è stabilita una riduzione del trattamento economico dei parlamentari (in primis i Presidenti Pietro Grasso e Laura Boldrini) e la revisione dei regolamenti. I due Presidenti in carica hanno deciso una riduzione del 30% del loro stipendio, pianificando tagli severi ai costi sostenuti dal Palazzo.


“In Parlamento si lavorerà cinque giorni su sette. Saranno richiesti sacrifici anche ai dipendenti, che hanno stipendi molto alti, e agiremo con la collaborazione dei sindacati”, dichiarano Boldrini e Grasso alla trasmissione “Ballarò”.

E poi si rivolgono ai grillini: “Devono capire che la politica è anche mediazione, che non vuol dire giocare a ribasso sui principi, ma trovare soluzioni”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*