Bolgheri Doc Villa Donoratico 2011, Tenuta Argentiera COMMENTA  

Bolgheri Doc Villa Donoratico 2011, Tenuta Argentiera COMMENTA  

All’interno della Doc Bolgheri, una delle denominazioni di origine controllata più famosa d’Italia, sorge in località I Pianali l’azienda vitivinicola Tenuta Argentiera. Fondata nel 1999 e parte dell’antica Tenuta di Donoratico, appartenuta alla famiglia fiorentina dei Serristori, conta ad oggi settatantacinque ettari vitati, declinati in una produzione annua di circa quattrocentocinquantamila bottiglie. Predominano certamente i vini rossi, come per esempio l’ottimo Merlot in purezza Giorgio Bartholomäus o il Bolgheri Rosso Superiore Argentiera, mix di uve Caberenet Sauvignon al 45%, Merlot al 45% e Cabernet Franc al 10%, ma non mancano interessanti vini bianchi da uve Sauvignon Blanc, Viogner e Vermentino. Ricordiamo della linea Cru, insieme al Giorgio Bartholomäus, vale la pena cercare anche l’ Opheliah Maria, frutto di un’accurata selezione di sole uve Cabernet Sauvignon, ed il Lavinia Maria, 100% Cabernet Franc.


Oggi degustiamo il Bolgheri Doc Villa Donoratico, frutto di uve Caberenet Sauvignon al 45%, Cabernet Franc al 30% e Merlot al 15%, maturate in barrique di vario passaggio per un anno; l’annata 2011 si presenta di un bel colore rosso rubino con qualche riflesso granato, molto consistente nel calice; il bouquet olfattivo richiama la terra bagnata, la corteccia, con cenni erbacei, poi la frutta rossa macerata, la viola essiccata ed il pepe nero.

Robusto e morbido, al palato è ben supportato da alcol e trama tannica, con una venatura di freschezza e mineralità. Ben si protrae con aromatica persistenza piuttosto lungo, lo proverei in abbinamento con l’arista di maiale al forno.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*