Bologna 12 maggio, tra funerali, commozione autentica, ipocrisia e tradizione COMMENTA  

Bologna 12 maggio, tra funerali, commozione autentica, ipocrisia e tradizione COMMENTA  

Giornata straoridinaria, nel suo carico di eventi e drammaticità, quella che ha accompagnato Bologna dalle prime luci dell’alba a tramonto inoltrato.

La camere ardente allestita per il Cev al primo piano di Palazzo d’Accursio, l’inconfondibile Smart bianca e rossoblu a fare da sfondo all’ingresso del Municipio, ottomila persone tra cittadini e personalità della politica e dello sport a rendergli l’ultimo saluto nella sua Sala Rossa. Nella chiesa di San Francesco gremita il rito funebre e’ celebrato da monsignor Vecchi, che sì, ammete,  Il Cev non era propriamente un buon cristiano, ma da bambino faceva il chierichetto ed allora va bene la cerimonia funebre anche per chi sposava civilmente 4.000 coppie all’anno. Unica deroga imposta dal Monsignore e’ l’assenza del maxischermo durante i funerali….si tratta pur sempre di un suicida.


Corre a Welby tale diritto negato. Ma siccome per la città il Cev era un simbolo, ci sono figli e figliastri anche per nostr a madre Chiesa. Ed ancora slogan degli ex compagni di Palazzo D’accursio che in una sorta di una laurea tardiva ad  honorem  lo declama sindaco della città. Post mortem, mentre il feretro raggiunge il cimitero di San Lazzaro, dove Maurizio riposerà coi genitori.


Il tay days e l’arrivo della Madonna di San Luca hanno fatto il resto in questa giornata surreale. Miglialia tra fedeli, turisti, porporati e suore si sono dipanati lungo le vie del centro senz’auto, taxi ed autobus , tra commozione, aperitivi (non si trovava nei locali adiacenti nemmeno un posto in piedi) ed acquisto di lupini giganti nelle bancarelle di via Altabella.


L’unica e vera emozione, la vera tragedia e’ quella di un uomo disperato, che generalizzando la cittadinanza ha mitigato in una giornata che ha superato i 30 gradi tra un un segno dell croce in San Pietro ed un Mohito.

L'articolo prosegue subito dopo


Affresco della confusione del nostro tempo.

Insomma, un mix quasi nauseabondo,

aluto. Il funerale nella chiesa l feretro del Cev che viene

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*