Bologna, allarme bomba in stazione: taniche su un vagone
Bologna, allarme bomba in stazione: taniche su un vagone
News

Bologna, allarme bomba in stazione: taniche su un vagone

Bologna

Contenevano del diluente. Martedì sera chiusura temporanea di sette binari nella stazione di Bologna. Ritardi alla circolazione ferroviaria.

Bologna, due taniche di diluente nell’involucro abbandonate su un vagone di un treno Regionale, che verso le 21.30 di ieri ha fatto scattare un falso allarme bomba alla stazione centrale. Sul posto sono intervenuti subito Polizia e Vigili del fuoco, per accertare che non ci fosse nulla di pericoloso. L’allarme ha provocato la chiusura temporanea di sette binari e qualche inevitabile ritardo alla circolazione ferroviaria, tornata regolare solo dopo le 23.

Bologna ed il pacco sospetto che ha creato attimi di paura

Secondo una prima ricostruzione, il pacco sospetto è stato notato da alcuni passeggeri su una carrozza del Regionale Milano-Ravenna, arrivato al binario 4 dello scalo bolognese. Subito è stato il personale delle Ferrovie, il treno è stato evacuato e l’area transennata, poi sono intervenuti artificieri, unità cinofile, Digos e polizia Scientifica, oltre a Polfer e Vigili del fuoco.

Per un mero scopo precauzionale, l’intera parte centrale della stazione è stata chiusa al pubblico, con il blocco dei binari dall’1 al 7 e treni “scudo” sul primo e l’ultimo.

L’involucro è stato aperto a distanza dagli artificieri e si è scoperto che conteneva un paio di taniche di diluente per sanificazione. L’ipotesi è di una dimenticanza anche se i contenitori sono stati sequestrati per ulteriori analisi e accertamenti.

A far partire l’allarme per il falso allarme bomba, è stato anche il fatto che il pacco sembrerebbe essere stato lasciato sul treno da una viaggiatrice che era a bordo del treno sul quale è stato trovato il pacco. Oltre al Regionale Milano-Ravenna, altri 13 convogli (4 Frecce, 4 Intercity e 5 Regionali) hanno subito ritardi medi di circa 20 minuti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche