Bologna, bottigliate e droga in Piazza Verdi: 8 arresti

Bologna, bottigliate e droga in Piazza Verdi: 8 arresti

Bologna

Bologna, bottigliate e droga in Piazza Verdi: 8 arresti

droga

Arrestati otto extracomunitari per vendita di droga in Piazza Verdi. Rissa con bottiglie e colluttazione con Agenti di Polizia in borghese.

Arresti e sequestri in Piazza Verdi, principale centro della vita notturna di Bologna. La piazza, situata in piena zona universitaria, è luogo di raduno per molti spacciatori. Proprio nei loro confronti la scorsa notte è scattato l’arresto. Gli Agenti in borghese operanti nella piazza, infatti, sono arrivati ad arrestare otto spacciatori, cinque dei quali di origine marocchina, uno proveniente dalla Papua Nuova Guinea, uno di origine nigeriana e l’ultimo proveniente dalla Gambia, tutti di età compresa tra i 21 e i 38 anni. Agli otto criminali è stata sequestrata droga per un peso complessivo di ottanta grammi, oltre a 900 euro in contanti. Gli Agenti presenti stavano operando in un contesto il quale vede l’operazione concreta delle Forze di Polizia al contrasto dello spaccio di droga, soprattutto in Piazza Verdi. La zona è infatti praticamente ogni sera luogo di battibecchi tra gli spacciatori, che proprio in quel luogo operano la loro criminosa attività.

Resistenza a pubblico ufficiale

Una volta braccati dalle forze dell’ordine in borghese, gli otto spacciatori hanno tentato la fuga ribellandosi all’imposizione data loro dagli agenti, arrivando anche a muovere le mani.

Tre degli arrestanti avrebbero condotto poco prima una colluttazione a colpi di bottiglie con altri soggetti presenti nella piazza e proprio questo evento ha provocato il repentino intervento delle Forze di Polizia presenti sul posto. I tre violenti, subito condotti al centro di attenzione dei Carabinieri, sono stati medicati poco dopo dai medici del 118, prima di finire nella camera di sicurezza loro adibita. La rissa sarebbe legata al monopolio di spaccio nella piazza. I tre protagonisti della colluttazione a colpi di bottiglie sono finiti subito in carcere, mentre per gli altri cinque la nottata è stata passata dietro le sbarre, in attesa della convalida di arresto dei Giudici. Due degli otto criminali sarebbero già noti alle Forze dell’Ordine bolognesi relativamente all’occupazione degli edifici situati in via De’ Carracci.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*