Bolt ritiro dopo i Mondiali del 2017: ecco il suo futuro COMMENTA  

Bolt ritiro dopo i Mondiali del 2017: ecco il suo futuro COMMENTA  

Usain Bolt, nove volte campione olimpico, conferma la sua decisione di lasciare il mondo dell’atletica dopo i Mondiali del 2017

Il campione olimpico, intervistato dall’emittente inglese Sky Sports, nella sua casa a Kingston, ha confermato che terminerà la sua carriera all’età di 31 anni. Ai microfoni ha affermato che: “So quando è il momento di dire basta e lo sarà dopo i mondiali di Londra del prossimo anno. L’allenamento è la parte più dura, se non dovessi allenarmi correrei all’infinito.” Bolt continua dicendo che: ” Ogni anno che passa devi essere sempre più disciplinato e lavorare sempre più duro e io fatico sempre di più ad esserlo”.

L’unica idea chiara del giamaicano è quella di smettere dopo i Mondiali di Londra ma il suo futuro è ancora incerto: “Il presidente della Iaaf, Sebastian Coe mi è venuto a trovare qui a Kingston e ha detto di volermi coinvolgere e non mi dispiacerebbe restare in questo mondo. So che mi mancheranno le gare e l’energia che mi trasmette il pubblico.” Ad Usain è stato chiesto se ha mai pensato di candidarsi in politica, ma il giamaicano è assolutamente contrario in quanto non è il suo mondo.


La carriera dell’atleta e la sua vita sono al centro di un film intitolato “I am Bolt” dove ci si focalizzerà sugli intensi allenamenti del giamaicano ma anche sul suo modo di divertirsi durante le gare.

Bolt è sempre stato affascinato da Ali e Pelè : “Guardando Muhammad Ali e Pelè e guardando i loro film, guardandoli lavorare sodo e dominare i loro sport io volevo essere come loro.”

Il 30enne ha concluso la sua intervista affermando di sentirsi come Michael Jordan in quanto lui si è ritirato al massimo della sua carriera, ma aveva vinto tutto ciò che lo sport gli potesse offrire.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*