Bombardamenti in Siria, distrutto ospedale ostretrico Save the Children

News

Bombardamenti in Siria, distrutto ospedale ostretrico Save the Children

Bombardamento ospedale Siria
Bombardamento ospedale Siria

Bombardamenti in Siria, distrutto ospedale ostetrico di Aleppo, il più grande della zona, sostenuto da Save the Children, questo pomeriggio.

Bombardamenti in Siria nel pomeriggio di venerdì 29 luglio. A esser stato attaccato è l‘ospedale ostetrico e pediatrico di Aleppo, il più grande della zona in Siria. Vengono assistite mediamente 1350 donne e ogni mese vengono fatti nascere circa 450 bambini.

L’ospedale di Aleppo è sostenuto da Save The Children. A darne l’annuncio sono stati, tramite l’uso di Twitter, i membri dell’organizzazione non governativa. L’ospedale bombardato si trova precisamente a Idlib. Ancora non si sanno con esattezza la gravità del bombardamento e se vi siano morti o sopravvissuti, tra civili e operatori sanitari e medici.

L’ospedale è l’unica clinica nel raggio di 110 km. Sempre nella stessa zona, quella della Siria nord-occidentale, è stato bombardato un altro centro, quello di Kafar Takharim. Questa zona, in particolare, è sotto il comando dei ribelli.

Sempre lo stesso ospedale pediatrico è stato bombardato lo scorso 24 luglio, dove ha perso la vita un bambino nato appena da due giorni.

Secondo gli ultimi aggiornamenti sono morte almeno due persone, che si crede possano essere familiari dei pazienti ricoverati, in più ci sono altri tre ferite.

Tuttavia, si tratta di un bilancio provvisorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche