Bombassei contro Marcegaglia: inizia la campagna elettorale per la guida di Confindustria - Notizie.it

Bombassei contro Marcegaglia: inizia la campagna elettorale per la guida di Confindustria

Economia

Bombassei contro Marcegaglia: inizia la campagna elettorale per la guida di Confindustria

Alberto Bombassei
Alberto Bombassei

Ci mancava solo che la discussione sulla riforma del mercato del lavoro, si andasse ad intersecare con la campagna elettorale per il rinnovo dei vertici di Confindustria. Alberto Bombassei, vicepresidente e candidato alla guida dell’associazione delle imprese alle prossime elezioni di primavera, critica infatti la presidente Emma Marcegaglia per le abbastanza incredibili esternazioni di ieri sull’articolo 18, che hanno fatto infuriare le organizzazioni sindacali, indicate come protettrici di assenteisti e sfaticati. Bombassei ha dichiarato durante la registrazione del programma “Otto e mezzo”, di ritenere l’intervento di Marcegaglia un passo falso per “i toni forse esagerati” usati contro i sindacati. La cosa strana di tutta la vicenda, è che proprio colui che oggi veste i panni della colomba, è anche il candidato che si fa forte dell’appoggio incondizionato di Sergio Marchionne, che vuole destrutturare le relazioni sindacali nel nostro paese e fare dei sindacati stessi pezze da piede da usare come il fascismo usava le corporazioni, ascoltandone il parere solo se favorevole alle proprie mosse.

E lo stesso Bombassei, da sempre, è considerato uno dei falchi di Confindustria, come del resto ha esplicitato nel corso della stessa trasmissione, quando ha definito l’articolo 18 “una delle ragioni per cui non si investe in italia”. Aggiungendo di considerarlo un grande freno alle assunzioni giovanili. C’è poi una parte dell’intervista che dovrebbe preoccupare non poco il governo, che sino a questo momento ha tenuto la barra dritta sul fatto che i sindacati non vanno divisi, come invece aveva fatto Sacconi: “Quando Susanna Camusso dice che è una questione di civiltà vuol dire che gli altri paesi, che non ce l’hanno, sono incivili. Bisogna discuterne e una parte del sindacato è disposta a farlo”. Insomma, per chi non avesse capito, con Bombassei alla testa di Confindustria, la linea Marchionne, quella che punta a buttare fuori dai posti di lavoro i sindacati che vogliono esercitare la loro funzione, diventerebbe prassi quotidiana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche