Bonifica Bagnoli, Renzi contro gli enti locali: se non fanno loro, facciamo noi COMMENTA  

Bonifica Bagnoli, Renzi contro gli enti locali: se non fanno loro, facciamo noi COMMENTA  

Tuona e promette, il premier Matteo Renzi, che è tornato a parlare della bonifica dell’area di Bagnoli, mostrandosi deciso come non mai, fino ad essere pronto alla polemica con gli enti locali, primo fra tutti il sindaco di Napoli De Magistris.

Leggi anche: Dal Giappone arrivano le sottilette di cioccolato


“E’ finito il tempo delle chiacchiere” ha detto a chiare lettere Renzi, parlando da Palazzo Chigi, “se gli enti locali non fanno le cose toccherà a noi sostituirci con il commissario di governo e la trasparenza”, “Bagnoli sarà pulita e risanata”. Renzi, Raffaele Cantone, il commissario di governo Salvo Nastasi e l’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri hanno sottoscritto il protocollo per le procedure di bonifica della zona di Bagnoli.

Leggi anche: Il pensionato americano che vive in un Boeing 727 “nascosto” nel bosco


“Bagnoli” ha precisato Renzi, “è stata la più grande sciagura, come opportunità, dell’italia degli ultimi 20 anni, ora sarà la più grande opera di risanamento d’Europa.

Se riparte Bagnoli riparte Napoli e riparte il Mezzogiorno e se riparte il Mezzogiorno l’Italia torna a un ruolo di leader a livello globale”.

Leggi anche

esplosione-treno-merci
Esteri

Treno carico di gas deraglia ed esplode, 5 morti e molti feriti

Disastro ferroviario nel nord est della Bulgaria, dove un treno merci carico di propano-butano, è deragliato ed esploso distruggendo almeno una ventina di edifici. Un incidente gravissimo, avvenuto nei pressi del villaggio di Hitrino, che ha provocato la morte di almeno cinque persone anche se il bilancio è ancor aprovvisorio. I medica locali hanno ricostruito la dinamica dell'incidente: il treno sarebbe uscito dai binari e questo avrebbe provocato la violentissima esplosione, che ha a sua volta causato il crollo di diversi edifici. Le persone decedute sarebbero state sepolte dalle macerie e vi sarebbero anche 25 feriti, alcuni dei quali in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*