Bonino: questione Siria, si rischia la deflagrazione mondiale

News

Bonino: questione Siria, si rischia la deflagrazione mondiale

Intervistato su SkyTg24, il Ministro degli Esteri italiano Emma Bonino manifesta la sua preoccupazione per le conseguenze di un attacco, anche se “mirato”, alla Siria. Siccome questa ovviamente reagirà si corre il rischio di una “deflagrazione addirittura mondiale”. Il conflitto, già di per sé drammatico, potrebbe avere ripercussioni assai gravi e non risolversi in breve tempo. Emma Bonino ci tiene a precisare: “Si parla di attacchi mirati, ma è chiaro che tutti cominciano come attacchi mirati, senza un mandato Onu la Siria naturalmente reagirà, ovviamente non è Belgrado e dobbiamo temere come possano reagire Hezbollah, Russia e Iran”.

Mentre la Francia di Hollande ha comunicato di “essere pronta” ad attaccare, il Parlamento britannico ha bocciato la mozione dell’esecutivo di Cameron circa un eventuale attacco nei confronti della Siria. Per il ministro degli Esteri italiano la soluzione politica e diplomatica è l’unica perseguibile. Nel discorso che ha tenuto ieri Barack Obama ha ribadito la volontà degli Stati Uniti di attaccare la Siria: “Sarà domani, tra una settimana o da qui ad un mese, ma non possiamo non intervenire”.

Il Presidente degli Stati Uniti sottoporrà la decisione di intervenire militarmente contro Assad al Parlamento americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche