Bonucci al Milan, insulti al figlio Matteo: il lato oscuro del calcio - Notizie.it

Bonucci al Milan, insulti al figlio Matteo: il lato oscuro del calcio

Calcio

Bonucci al Milan, insulti al figlio Matteo: il lato oscuro del calcio

Bonucci al Milan

Con il passaggio di Bonucci al Milan, si sono scatenati anche quei tifosi indecenti che hanno avuto il coraggio di augurare la morte al figlio Matteo.

Bonucci al Milan, e la favola rossonera sempre continuare sempre più bella. Un bagno di folla, l’ennesimo dopo quello vissuto pochi giorni fa all’ingresso di Milanello, che il Milan si è apprestato a vivere grazie la sontuosa campagna acquisti. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato Leonardo Bonucci dalla Juventus: un giocatore d’esperienza che ha dimostrato di far bene sia con la maglia bianconera che con quella della Nazionale italiana. Un acquisto veloce, fatto da una trattativa ancora più veloce tra due club che, per motivi che forse solo col passar dei mesi si sapranno, avevano urgenza di chiudere.

Il bello del calcio può esser raffigurato proprio da questo trasferimento: un pilastro di una squadra, passa ad un’altra nel giro di due giorni, gettando nello sconforto i suoi vecchi tifosi e dando forza ai nuovi. Eppure, nel calcio di oggi c’è sempre il rovescio della medaglia: un lato oscuro che ti porta ad allontanare da questo sport.

Di cosa si tratta? Si tratta delle ennesime offese che il figlio di Leonardo Bonucci, il piccolo Matteo, ha subito a causa del trasferimento del padre al Milan.

“Se te ne vai ti deve morire il figlio”: un commento impetuoso e vergognoso nei confronti di un povero bimbo che, soprattutto negli ultimi anni, ha dovuto lottare con tutte le sue forze per rimanere in vita.

Può il trasferimento di un calciatore, per quanto importante possa essere e per quanto avesse sbagliato in precedenza ad augurare amore eterno, scatenare fino a questo punto l’ira dei tifosi? Può un trasferimento, spingere una persona ad augurare ad un bambino la morte? Il passaggio da una squadra ad un’altra, può esser più importante della vita di un bambino? Sicuramente no! E questo perché il calcio è solamente un gioco e come tale deve esser visto dai tifosi.

Bonucci al Milan

“Non ti c’arrivasse il figlio a Milano! Ingrato maiale”: ecco un’altra perla di saggezza da parte di uno pseudo tifoso di calcio. Sperare che un bambino non arrivi nemmeno in un’ altra città è un qualcosa di ripugnante.

Da tutto questo, è emerso solamente una cosa: manca la giusta cultura calcistica ed il rispetto per il prossimo.

Due principi su cui l’Italia, da molti anni ormai, non riesce più a puntare e a fondare la propria esistenza. Dunque, che i tifosi ritornino a vedere il calcio per quel che è ovvero, per uno sport che permette loro di svagarsi, cercando sempre di rispettare il prossimo. Senza un atteggiamento del genere, il calcio dimostra di essere per l’ennesima volta solo l’immagine riflessa di un Paese caduto in disgrazia.

L’arrivo di Bonucci a Casa Milan

Mentre la polemica sul commento sul piccolo Matteo impazza, Bonucci arriva ufficialmente a Casa Milan. Guarda il video qui sotto.

Bonucci a Casa Milan

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche