Bonus aziende contratto a tempo indeterminato giovani COMMENTA  

Bonus aziende contratto a tempo indeterminato giovani COMMENTA  

 

A partire dallo scorso 3 ottobre le aziende che favoriscono l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro possono usufruire di un bonus. Si tratta di un’agevolazione prevista dalla Garanzia Giovani, il piano europeo con il quale lo stato e le regioni si impegnano ad offrire ai giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni che hanno terminato gli studi o che hanno perso il lavoro, un percorso di formazione o un’opportunità di lavoro. E’ un progetto divenuto operativo dopo la pubblicazione, sul sito del Ministero del lavoro, del decreto dell’8 agosto 2014.


Il bonus viene riconosciuto alle aziende che assumono personale al di sotto dei 30 anni, a partire dal 3 ottobre 2014 fino al 30 giugno 2017.


Con la circolare del 3 ottobre 2014, l’Inps ha provveduto a specificare quali sono le forma contrattuali per le quali vengono riconosciuti gli incentivi e in quale misura, requisiti e condizioni per poter usufruire del bonus nonché le modalità per effettuare la domanda.


Le imprese che assumono possono usufruire dei benefici in caso di:

-nuove assunzioni;

-attivazioni di tirocini, apprendistato;

-trasformazione dei tirocini in contratti di lavoro.

Tipologie di contratti che vengono incentivati

Il bonus è riconosciuto alle aziende che assumono giovani con una delle seguenti tipologie di contratto:

-contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;

-contratto a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, con durata pari o superiore a 6 mesi;

-contratto a tempo parziale con orario pari o superiore al 60% dell’orario normale di lavoro;

-contratto di lavoro subordinato per il socio lavoratore di cooperativa.

L'articolo prosegue subito dopo


Per quanto concerne le assunzioni a tempo indeterminato il bonus sarà tra i 1.500 euro e i 6.000 euro in base alle diverse aree territoriali e alla profilazione del giovane.

In caso di licenziamento anticipato, il beneficio viene riproporzionato in base alla durata effettiva dell’assunzione.

Modalità di adesione

Il datore di lavoro deve inviare all’Inps, in via telematica, una domanda di ammissione tramite apposito modulo disponibile sul sito internet dell’Insp.

L’inps a sua volta dovrà:

determinare la misura dell’incentivo, in base alla profilazione del candidato;

verificare la disponibilità residua delle risorse.

Qualora non è già stata effettuata, il datore di lavoro avrà al massimo sette giorni per poter effettuare l’assunzione del lavoratore. Entro i successivi 14 giorni dovrà comunicare all’INPS l’avvenuta assunzione.

Leggi anche

About Manuela Margilio 80 Articoli
Sono laureata in giurisprudenza e amo scrivere su questioni relative al diritto e fisco; mi piace leggere e mi dedico alle recensioni. Scrivere sul web è una delle mie passioni che mi consente di essere sempre aggiornata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*