Borriello: “Siamo padroni del nostro destino” COMMENTA  

Borriello: “Siamo padroni del nostro destino” COMMENTA  

Marco Borriello non sta vivendo una stagione esaltante. Arrivato a Torino a gennaio per rinforzare l’attacco della Juventus, le sue prestazioni non sono state all’altezza e il suo apporto, finora, in chiave gol, è stato nullo.

Ma l’ex bomber della Roma, dopo mesi di inattività, è arrivato a Torino per partecipare alla stagione della resurrezione della Signora, quella che, se tutto andrà per il verso giusto, porterà la Juve a conquistare il suo primo scudetto nell’era post-calciopoli.

“E’ un momento di grande gioia e di grande felicità. Come ha detto Conte siamo padroni del nostro destino: è tutto nelle nostre mani”. Queste le parole dell’attaccante juventino ai microfoni di Juventus Channel alla vigilia della sfida di domani contro il Cesena.

“Il nostro segreto? Il lavoro fatto in estate dai miei compagni e che si fa in settimana. Un lavoro molto intenso, che dà i suoi frutti la domenica.

L'articolo prosegue subito dopo

Dopo la vittoria per 4-0 contro la Roma c’era aria di grande soddisfazione e di gioia, ma siamo consapevoli che ci sono altre cinque gare difficilissime. Saranno tutte finali. Comunque non vediamo l’ora di affrontarle perchè credo che abbiamo trovato la maturità giusta per affrontare questo tipo di partite. Il Cesena? E’ una gara difficile perchè, anche se sono ultimi, stanno giocando con grande professionalità e non avranno nulla da perdere. Dovremo stare molto attenti”. Borriello spera di essere riconfermato a fine stagione: “Aspetto il primo gol, ma la cosa importante è che la Juve vinca. Sono un giocatore vivo, ambizioso, che va di pari passo con le ambizioni della Juve. Innanzitutto voglio finire bene quest’anno, poi spero di ricominciare l’anno prossimo con la maglia bianconera a partire dal ritiro estivo. Poi i gol verranno perchè li ho sempre fatti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*