Boss mafioso condannato a 14 anni è allergico al carcere COMMENTA  

Boss mafioso condannato a 14 anni è allergico al carcere COMMENTA  

E’ una storia particolare quella riguardante un boss mafioso, condannato a 14 anni di carcere, il quale sarebbe ‘allergico’ proprio alla vita penitenziaria, al punto da aver perso già 10 chili in soli 7 mesi. La storia, raccontata dal Corriere, parla di un uomo che da un peso di 130 Kg per 1,91 cm di altezza, è già sceso a 120 chili e che vive rigirandosi nel letto con un look trasantato e igienticamente poco in ordine. Il Tribunale del Riesame ha anche incaricato un medico per valutare le sue condizioni di salute e verificare se siano effettivamente compatibili o meno con la detenzione.


Ma dal momento dell’arresto l’uomo è stato visitato già da 27 dottori: il boss in questione è Giuseppe Lampada, quasi 44 anni, e condannato per associazione mafiosa ad una pena di 14 anni e 5 mesi. Sembra che l’uomo sia stato dichiarato incompatibile non solo con la detenzione in in carcere, ma anche con il trasferimento in un reparto psichiatrico penitenziario. Ma anche con il ricovero in una struttura ospedaliera esterna e addirittura con la sua permanenza in una comunità protetta.


Lampada non è ‘pazzo’ ma avrebbe una vera e propria avversione per tutto ciò che è legato alla reclusione, tanto che durante i sette mesi trascorsi in Liguria non ha mai lasciato la stanza; oltretutto l’uomo sostiene di essere innocente e di essere vittima di una persecuzione giudiziaria.

Così nei giorni scorsi è arrivato un vero e proprio colpo di scena: il boss è stato trasferito dalla comunità protetta Pra’ Ellera di Cairo Montenotte in provincia di Savona ai domiciliari, nella villa bunker di Settimo Milanese.

L'articolo prosegue subito dopo

Una decisione scaturita da un complesso iter giudiziario e diversi pareri dei medici oltre ad una serie di perizie di criminologi.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Boss mafioso condannato a 14 anni è allergico al carcere | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*