Bossi resta per salvare la Lega dal complotto

News

Bossi resta per salvare la Lega dal complotto

Il Senatur si è trovato a Conegliano per un incontro elettorale, dove dopo un comizio davanti a duecento persone che lo incitavano al suon di ‘Bossi Bossi’, si è fermato dai giornalisti per rispondere alle domande, o meglio, per dire la sua. La sostanza dell’intervento è sempre la stessa: c’è qualcuno che vuole affossare la Lega e non ce la farà perché il partito, anche se spende e spande senza una logica finalizzata a elevare l’elettorato e specula su interessi lontanissimi dalla politica, è unitissimo e questa divisione tra bossiani e maroniani ha stufato. Con il suo classico modo sfrontato e vicino alle cattive maniere, spara su tutti, non salva nessuno fuorché quelli della Lega che se hanno sbagliato pagheranno. Non riconosce più Belsito e lo cita come gli altri con un ‘quello là’ e lo accomuna ai qualcuno che sono contro la Lega. E’ costretto a restare alla guida del partito perché ora più che mai è richiesto il suo aiuto.

Elogia le sue dimissioni dovute al bisogno di cercare di capire cosa abbia scaturito la bufera sulla Lega. Quali dimissioni? Da segretario del partito. Per gli altri incarichi, Senatore, presidente del partito, invece vale quel detto che per pagare e morire, c’è sempre tempo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Paolucci 2643 Articoli
Andrea Paolucci è l'autore di WUH! - Gorilla Sapiens Edizioni http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/wuh
Contact: