Brasile in recessione: manifatturiero piomba a 44,5 puntiCOMMENTA

Brasile in recessione: manifatturiero piomba a 44,5 puntiBrasile in recessione: manifatturiero piomba a 44,5 punti

L’indice PMI manifatturiero del Brasile è in recessione, è  infatti sceso ai minimi di tre mesi a Febbraio, di preciso a 44,5 dal 47,4 di Gennaio. Le prospettive economiche dello stato americano sono preoccupanti e si stanno deteriorando sempre di più. E’ il ribasso economico più grave dai tempi della grave crisi finanziaria del 2008 per l’ex alfiere dei paesi emergenti. Ricordiamo che quando l’indice è inferiore al numero 50, significa che l’attività manifattueriera è in forte crisi. Anche le condizioni circa la situazione lavorativa in Brasile è a dir poco preoccupante: i licenziamenti sono notevolmente aumentati negli ultimi sette anni, così come aumentano anche i costi per l’importazione. Pollyanna De Lima, economista del Merkit ha detto la sua, affermando che i dati dimostrano una grave inflazione, che è peraltro fra le cause principali di inibizione e che sarà, probabilmente, una delle cause  dell’eventuale arresto del Pil.

Leggi anche: Nuovi riconoscimenti diplomatici per la Palestina

Leggi anche: NOT.fest: musica e vacanza nella culla del barocco siciliano. A Noto il 12, 13 e 14 agosto

Leggi anche: Il Brasile riapre l’inchiesta su Cesare Battisti

Leggi anche: Bella e Edward, le foto proibite!

Leggi anche: Addizione: Istruzione Per Bambini Brasiliani

Commenta per primo "Brasile in recessione: manifatturiero piomba a 44,5 punti"

Commenta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato

*