Brasile, stadi mondiali 2014: Lavori a rilento?

Calcio

Brasile, stadi mondiali 2014: Lavori a rilento?

Nel 2014 ci saranno i campionati mondiali di calcio in Brasile, terra che molti considerano come patria del calcio, la cui nazionale viene presa a modello da parte di molti.

Un Paese “povero” ma in forte crescita, anzi, in fortissima crescita, culturale, economica, lavorativa. Molte sono le prospettive che il popolo brasiliano si attende nei prossimi anni, cercando di non esser più erroneamente etichettato come il Paese solo “calcio e samba”, ma provando ad offrire qualcosa in più.

Ecco che i mondiali di calcio e le Olimpiadi che ci saranno soltanto due anni dopo, rappresentano per il Brasile due grandi occasioni di sviluppo. Incremento dei posti di lavoro per queste grandi opere che offrono anche un “contorno” composto dall’indotto e dalle infrastrutture: strade, ponti, alberghi, villaggi, strutture. Tutto dovrebbe contribuire ad innalzare il tenore di vita in Brasile e a proporre al mondo questa nazione in modo diverso, con maggiori opportunità.

I lavori però parrebbero essere un po’ indietro, anche se mancano ancora 20 mesi, prima del calcio di inizio della prima partita dei Mondiali di Calcio.

http://l3.yimg.com/bt/api/res/1.2/wmU4.fVlGqBPG4whAOPZxg--/YXBwaWQ9eW5ld3M7Zmk9aW5zZXQ7aD0zOTY7cT04NTt3PTU5NA--/http://l.yimg.com/os/392/2012/10/29/150701179-8-jpg_150038.jpg

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche