Brescia, donna veglia marito morto “pensavo fosse vivo”

News

Brescia, donna veglia marito morto “pensavo fosse vivo”

Brescia, donna veglia marito morto "pensavo fosse vivo"
Brescia, donna veglia marito morto "pensavo fosse vivo"

Brescia, anziana donna veglia per due mesi il marito morto di 87 anni. “Pensavo fosse vivo”, a dare l’allarme i vicini preoccupati.

Per due mesi, un’anziana donna ha vegliato il marito morto. Lei 83 anni, lui 87, vivevano insieme a Mompiano, un quartiere a nord di Brescia. A dare l’allarme sono stati i vicini, insospettiti dall’odore forte e acre proveniente dall’abitazione della coppia di anziani. Immediato è stato l’intervento dei Carabinieri.

I Carabinieri hanno ritrovato l’anziana donna in forte stato di shock. Ha alimentato il marito morto, da circa 8 settimane, continuando a versagli del latte in bocca. Il marito è stato trovato quasi in stato di mummificazione. Il caldo ha accelerato lo stato di decomposizione grazie al quale i vicini sono riusciti a scoprire il cadavere.

Una scena di struggente solitudine quella accaduta a Brescia. I due vivevano da soli e senza figli. La moglie adesso è ricoverata in ospedale.

Il corpo del marito è stato portato nell’Istituto di medicina legale per poter essere identificato. Agli agenti ha detto: “Pensavo fosse vivo”.

Non sono ancora state accertate le cause di morte. Questo caso ne ricorda un altro, accaduto sempre a Brescia, ben quattro anni fa. Nell’estate del 2012 altri due anziani sono rimasti in casa con il cadavere del fratello morto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche