Breve itinerario gastronomico tra i sapori del Nord Italia

Viaggi

Breve itinerario gastronomico tra i sapori del Nord Italia

La fonduta è un piatto a base di formaggio fuso, tipico della zona alpina compresa tra Piemonte e Valle d’Aosta. La fonduta valdostana e quella piemontese sono legate in modo indissolubile alla Fontina DOP. Il segreto di questo piatto risiede nella capacità di fondere il formaggio facendogli assumere la giusta consistenza, evitando fastidiosi grumi. La fonduta si mangia con la polenta o con il pane abbrustolito, oppure si può versare sulle verdure bollite.

Il piatto tipico della Lombardia invece è il risotto. Ne esistono numerose varianti: con zafferano, funghi, gorgonzola e Grana Padano. Per cucinare un buon risotto si comincia con un soffritto, si prosegue con la tostatura del riso e con la graduale aggiunta del brodo: un mestolo ogni volta che la quantità versata in precedenza è stata assorbita.

La polenta è il piatto tipico della cucina veneta da accompagnare con selvaggina, legumi, carni e pesce. La polenta è formata da un impasto di acqua, farina di cereali (oggi la più comune in Europa è quella di granoturco) e sale.

Molto gustosa è la polenta fritta, che può essere servita come delizioso e “croccante” antipasto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...