Brevettato l’ascensore per lo spazio, è di un’azienda canadese COMMENTA  

Brevettato l’ascensore per lo spazio, è di un’azienda canadese COMMENTA  

La corsa all’edificio più alto del mondo ha caratterizzato buona parte del mondo dell’architettura e dell’ingegneria degli ultimi due secoli.
Se i 142 piedi dell’Equitable Life Building di New York, con i suoi 8 piani, erano il massimo nel 1873, un secolo dopo i piani del World Trade Center ammontavano già al considerevole totale di 110 e, oggi, l’edificio più alto di tutti è a Dubai, si chiama Burj Khalifa e, con la sua altezza di 2717 piedi (qualcosa più di 800 metri), di piani ne ospita 163.

Non c’è dubbio che la gara andrà avanti, ma mentre gli strutturisti studiano il sistema più conveniente per arrivare un’altezza di un chilometro e i committenti cercano spazi e fondi, qualcuno ha lanciato il guanto di sfida talmente avanti da sfiorare la fantascienza.

È la Thot Technology inc., un’azienda canadese che ha appena depositato il brevetto di una torre spaziale alta 20 km, che potrebbe servire da ‘area di servizio’ per le astronavi in orbita e dalla cui cima si potrebbe partire per lo spazio, con un gigantesco risparmio di carburanti. Non sono noti tutti i dettagli, ma gli scienziati della Thot si dicono sicuri che possa funzionare e che, per vederne la realizzazione, sia solo questione di tempo.

Già qualche anno fa lo scrittore tedesco Frank Schatzing si era immaginato qualcosa di simile nel suo bestseller Limit e, ancora prima, sono molti i casi in cui l’immaginazione di Jules Verne ha preceduto cambiamenti e invenzioni epocali.

L'articolo prosegue subito dopo

Chissà che non possa essere così anche in questo caso.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Brevettato l’ascensore per lo spazio, è di un’azienda canadese | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*