Brexit cosa cambia per il calciomercato

Brexit cosa cambia per il calciomercato

Esteri

Brexit cosa cambia per il calciomercato

brexit calciomercato

Brexit e calciomercato. Ecco cosa cambia.

Lo scorso 24 giugno il Regno Unito ha deciso di non continuare più nell’Unione Europea attraverso il referendum conosciuto come Brexit. Tutti i media parlano in continuazione delle conseguenze politiche ed economiche di questa decisione. Manca però capire che cosa succederà nel calcio, più particolare nel calciomercato. Più di 100 giocatori sono a rischio di non poter giocare più nella Premier League, dovuto alla possibile perdita del permesso di lavoro dopo la brexit.

Secondo l’attuale regolamento, alcuni calciatori come Kante, Martial e Peyet non potrebbero più giocare nelle rispettive squadre inglesi, dato che nel momento del contratto, non erano giocatori delle proprie nazionali. Ma questo problema si presenta anche in caso contrario, per i giocatori inglesi che si trovano all’estero, giacché non saranno più comunitari. Alcuni specialisti stanno già ipotizzando un cambio di regolamento, per creare una normativa più elastica, come quella della Svizzera e della Svezia.

Questa situazione potrebbe diventare ancora più complicata per i calciatori minorenni.

Il regolamento attuale prevede che giovani talenti di età compresa fra i 16 e i 18, possano giocare presso club inglesi, ma questo contesto potrebbe variare. Comunque sia, la UEFA prevederà nuovi regolamenti e cambiamenti che permetteranno ai calciatori di continuare a fare il loro lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche