Brexit: passaporto per andare a Londra?

Viaggi

Brexit: passaporto per andare a Londra?

A seguito dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, cosa cambia? E soprattutto, sarà necessario avere il passaporto per viaggiare in terra inglese?

Il risultato del referendum del 24 giugno, passerà alla storia ma i cambiamenti non si vedranno subito. Infatti, se dovete viaggiare in Inghilterra, non sarà necessario portare con sè il passaporto ma basterà esporre la carta d’identità, ovviamente valida e non scaduta. Perciò se volete partire, nessun problema! Una volta che il processo dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea sarà completato, allora sarà forse necessario avere il passaporto ma per il momento i tempi sembrano essere ancora lunghi (si parla di due anni).

Non vi saranno per il momento nemmeno dei rincari per quanto concerne i pacchetti vacanza o i biglietti aerei. Ma una volta che l’Inghilterra sarà “out” a tutti gli effetti, i prezzi potrebbero aumentare notevolmente.
Visto che siamo in tema “viaggi” non possiamo non menzionare anche la copertura sanitaria.

Quest’ultima sarà indubbiamente destinata a cambiare in futuro ma al momento, i viaggiatori italiani potranno ancora usufruire della copertura sanitaria offerta dalla Tessera Europea di Assicurazione Malattia.
Tuttavia, una volta che il Brexit sarà completato, sarà necessario disporre di un’assicurazione sanitaria, che è obbligatoria per coloro che viaggiano negli Stati Uniti d’America.

Infine un occhio di riguardo su due tematiche molto importanti: le telefonate e il cambio valuta.
Per il roaming, al momento non è stato disposto alcun aumento e restano invariate le regole e le tariffe sulle telefonate. In seguito però ci saranno delle tasse piuttosto salate per i viaggiatori che utilizzeranno il telefonino in Inghilterra.
Per quanto riguarda la moneta, nonostante facesse parte dell’Unione Europea, la Gran Bretagna non ha mai cambiato la propria valuta e quindi con il Brexit non ci saranno cambiamenti importanti fatta eccezione per un particolare. Con l’uscita dell’Inghilterra dalla UE, la sterlina ha subito una pesante svaluta; ne consegue che l’euro ha avuto un cambio favorevole.

Perciò è questo il momento giusto per fare acquisti e viaggiare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...