Brexit, Theresa May avrebbe preferito la Gran Bretagna nell’Ue COMMENTA  

Brexit, Theresa May avrebbe preferito la Gran Bretagna nell’Ue COMMENTA  

theresa-may-brexit

Theresa May contro la Brexit. Il primo ministro inglese, la donna per cui “Brexit means Brexit”, avrebbe preferito rimanere nell’Unione Europea.

L’erede di Margaret Thatcher, la seconda donna alla guida della Gran Bretagna, l’attuale primo ministro Theresa May non sarebbe in realtà favorevole alla Brexit. O, quanto meno, non lo sarebbe stata in passato.

Leggi anche: Obama, il mondo vuole un’Europa unita


E’ quanto emergerebbe da una registrazione audio pubblicata dal Guardian e proveniente da una fonte anonima. “Penso”, affermerebbe Theresa May in questa registrazione, “che le argomentazioni di carattere economico siano molto chiare, penso che fare parte di un blocco commerciale da 500 milioni di persone sia qualcosa di significativo per noi e penso, come dicevo prima, che molte persone investiranno nel Regno Unito proprio perché il Regno Unito è in Europa”.

Leggi anche: Brexit: Corbyn, noi decisivi per restare. Capo laburista in campo per referendum, stranieri non sono nemici


“Se non fossimo in Europa”, sarebbe stata la valutazione passata dell’attuale primo ministro britannico, “penso che molte società si chiederebbero se hanno bisogno di avere una presenza in Europa invece che nel Regno Unito”. Una lettura senz’altro corretta, alla luce del recente annuncio della Bba di abbandonare il suolo britannico entro il 2017.


In sostanza, la conclusione di Theresa May, “penso che si siano presi vantaggi in termini economici” e “ci sarebbero benefici anche per la sicurezza”. Tutto ciò confermando la permanenza del Regno Unito all’interno dell’Unione Europea.

L'articolo prosegue subito dopo


Nel corso della campagna referendaria, Theresa May non ha mai espresso particolare calore per la Brexit, esprimendo semmai un appoggio, seppure non troppo sbandierato, per la permanenza nell’Ue. Dopo la nomina a primo ministro, però, la sua posizione è sempre stata espressa con grande chiarezza: Brexit significa Brexit. Come a dire che il voto espresso dal popolo è sovrano e va rispettato.

Ora, però, la registrazione pubblicata dal Guardian potrebbe creare qualche imbarazzo a livello politico, specie in considerazione del fatto che i negoziati per l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue non sono che all’inizio.

Leggi anche

parigi-uomo-armato
Esteri

Uomo armato prende 7 persone in ostaggio, paura a Parigi

Paura a Parigi dove un uomo armato è entrato in un'agenzia di viaggi prendendo sette persone in ostaggio. E' quanto riportato dall'Afp, citando fonti della polizia e riportato sul web e sui social network: è accaduto poco fa nell'agenzia viaggi Asieland, nella zona del boulevard Massena, nel 13° arrondissement. Ci troviamo nella zona sud di PArigi, a poca distanza dalla porta d'Italia, come confermato su Twitter dalla polizia. Al momento nulla si sa in merito alle ragioni del gesto ma pare che l'uomo sia già stato autore di una rapina in passato. Avrebbe fatto irruzione nell'agenzia viaggi verso le 18.30 Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*