Browser for Kids, applicazione-browser pensato appositamente per proteggere i bambini sul web COMMENTA  

Browser for Kids, applicazione-browser pensato appositamente per proteggere i bambini sul web COMMENTA  

Browser for Kids è un’app per iPad pensata e realizzata per la sicurezza online dei bambini e per fornire una soluzione al delicato problema del parental control sul web.


Browser for Kids permette ai genitori di decidere quali siti potranno o meno visualizzare i figli.

Browser for Kids è uno strumento utile per tutti quei genitori che rifiutano la logica del divieto e che, invece, desiderano controllare preventivamente i contenuti a cui i figli saranno esposti durante la navigazione su internet. Compatibile con iPad e iOS 5.0 e successivi, Browser for Kids funziona in modo semplice e intuitivo: basterà configurare i siti che desideriamo vengano visualizzati dai nostri bambini e questi saranno a portata di click direttamente dalla schermata principale dell’applicazione. Il genitore ha la possibilità di tutelare la modifica dei siti web visualizzabili mediante l’utilizzo di una password. Oltre a garantire la tutela dei minori, Browser for Kids può essere adottato anche in ambienti di lavoro, nei casi in cui si voglia limitare la navigazione dei dipendenti su social network e su siti dai contenuti inappropriati. L’utente potrà, inoltre, configurare le impostazioni e permettere la navigazione solo su domini specifici.


In quanto a caratteristiche tecniche, Browser for Kids è stato concepito per garantire il massimo della compatibilità e, infatti, supporta tutte le tecnologie GPRS, EDGE, 3G, WIFI e HSDPA. Dotata di un’interfaccia molto semplice e intuitiva, l’applicazione consente anche di zoomare con gesti multi-touch, di stabilire un limite di tempo per la navigazione e di navigare all’interno dei siti web protetti in maniera davvero semplice.


L’applicazione è disponibile su App Store al prezzo di 1,59€.

Leggi anche

Tecnologia

Firma digitale: quante se ne possono avere

Nel nostro sistema giurisprudenziale, la firma digitale viene definita per la prima volta nel DPR 10 novembre 1997 n. 513 che disciplina la” formazione , l’archiviazione e la trasmissione di documenti con strumenti informatici e telematici”. Leggi tutto

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*