Bruce Springsteen e la canzone per i terremotati COMMENTA  

Bruce Springsteen e la canzone per i terremotati COMMENTA  

Bruce Springsteen e la canzone per i terremotati
Bruce Springsteen e la canzone per i terremotati

Il concerto tenuto da Bruce Springsteen, ieri sera è stato un evento di grande spettacolo, ma anche una occasione per dedicare una canzone alle vittime del terremoto che di recente ha colpito l’Italia.

Da sempre Bruce Springsteen ha un grande legame con l’Italia e non solo per i molti concerti con cui si esibisce in italia, ma anche per le origini italiane di sua madre. Proprio per il legame stretto con l’Italia e avendo saputo dei recenti fatti accaduti, ha deciso di dedicare la canzone “My city of ruins” (La mia città in rovine) per gli italiani colpiti dal terremoto.


Il concerto che ha tenuto ieri sera è stato il più lungo, ben quattro ore di show, dove è stato raggiunto sul palco anche da Tom Morello, con cui ha suonato tre pezzi.


La canzone che ha dedicato alle vittime del sisma che ha colpito il centro Italia, My city in ruins, si adatta perfettamente a quanto sta accadendo e a quanto è accaduto. Il pezzo è stato scritto ed eseguito da Springsteen e incluso nell’album Rising.


La canzone è stata scritta nel novembre 2000 per uno show di beneficenza che si è tenuto ad Asbury Park, nel New Jersey, per promouovere e aiutare la città a svegliarsi. Una destinazione turistica popolare alla fine del 1800 e del 1900, che cedette al degrado per una serie di motivi, tra cui gli effetti negativi della Grande Depressione, l’apertura del Garden State Parkway, e le rivolte razziali.

La canzone inizia descrivendo lo stato attuale di Asbury Park, il deterioramento e l’assenza di persone nella area. Attraverso la canzone, Springsteen continua a descrivere la città utilizzando le immagini degli uomini che si aggiravano ad ogni angolo di strada e degli edifici con le finestre. La canzone termina, con una nota di speranza e ottimismo per riuscire a lottare e a rialzarsi, dopo quanto è accaduto, con i versi:

Come on, rise up
Come on, rise up

Un bel messaggio di speranza per non mollare e continuare a lottare.

L'articolo prosegue subito dopo


Bruce Springsteen e la canzone dei terremotati

 

 

 

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*