Brucia di nuovo il Corano, multa per il pastore Jones COMMENTA  

Brucia di nuovo il Corano, multa per il pastore Jones COMMENTA  

Terry Jones, pastore americano noto per aver bruciato una copia del Corano nel marzo 2011, ha ripetuto il gesto di fronte a venti persone in Florida per protestare contro l’arresto di un pastore cristiano in Iran.


Sabato davanti a un gruppo di persone Jones e un altro pastore hanno preso la parola per chiedere la liberazione del pastore cristiano Youcef Nadarkhani, detenuto in una prigione iraniana. Oltre al Corano è stata bruciato anche una immagine raffigurante il profeta Maometto, il gesto è stato ripreso e postato su Youtube.  Il pastore è stato multato per 271 dollari poichè aveva l’autorizzazione di accendere i fuochi ma non di bruciare i libri in quanto danneggiano l’ambiente.


Il Dipartimento di Stato americano ha definito deplorevole e irriverente il rogo di alcune copie del Corano e dell’immagine di Maometto. Il portavoce Victoria Nuland ha voluto ricordare che “questo è un atto di un individuo che in nessun modo riflette i valori del popolo o del governo americani”.


Elisabetta Pacifici