Brufolo sul pene: cause e rimedi veloci

Salute

Brufolo sul pene: cause e rimedi veloci

Problemi di acne allo scroto ed al glande? Ecco una guida per conoscere tutte le tipologie di brufoli, le cause ed i possibili rimedi per contrastarne l’insorgenza

Con l’adolescenza e la fase di maturazione sessuale capita molto spesso che si formino brufoli in varie zone, le più colpite sono il viso, collo, schiena ma ci sono certe parti come quelle intime che possono essere colpite da forme di acne più o meno grave. Agli uomini può succedere, più frequentemente di quanto si possa pensare che sul pene compaiono brufoli, un primo pensiero appena compaiono punti rossi sul glande o sullo scroto fa insorgere il timore di avere contratto una malattia sessualmente trasmissibile ma, in realtà, si comprende dal decorso dell’acne che si tratta di brufolo e non di altre patologie ben più gravi.

Si tratta di eruzioni cutanee infettive o meno che possono essere ascrivibili a diverse tipologie di microbo: una tipologia di brufolo sul pene può essere causato dal lichen planus, il quale non è infettivo ma può cagionare prurito e pelle arrossata, ma la dermatosi potrebbe degenerare e causare una fastidiosa sensazione di bruciore e dolore a livello del glande e dello scroto.

Altre forme di brufolo sono ascrivibili agli angiocheratomi dello scroto o angiocheratomi di Fordyce, dal nome del dermatologo statunitense che li scoprì nel lontano 1896, sono dei punti asintomatici di colore variabile dal rosso al blu al nero, con una superficie lievemente squamosa.

Per quanto concerne il trattamento si deve procedere con crioterapia con azoto liquido, diatermocoagulazione, laserterapia.

Altro ceppo di brufoli che diventano con il tempo delle ulcere è cagionato dall’herpes simplex genitale, l’HSV-2. Prurito e bruciore precedono la comparsa di vesciche tondeggianti nella zona genitale che rapidamente si rompono lasciando il posto a piccole ulcere superficiali dolorose. Per quanto concerne il trattamento curativo non esiste una cura che debelli definitivamente questo virus ma il medico può prescrivere farmaci antivirali.

Infine un ultimo ceppo di brufoli, può comune, è quello che concerne la comparsa della micosi cagionata da disturbi alimentali come il consumo eccessivo di prodotti aventi un elevato contenuto di amido di grano, mais, l’eccesso di sostanze alcoliche, il consumo eccessivo di junk food e stile di vita disinibito ed irregolare. Da qui si può ben comprendere come uno stile di vita equilibrato e sano, una dieta ricca di sali minerali, fibre, vitamine e povera di grassi e di zuccheri, il rispetto di norme igieniche consente all’uomo di prevenire il problema dell’insorgenza dei brufoli sul pene.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche