Buffer overflow e codice maligno COMMENTA  

Buffer overflow e codice maligno COMMENTA  

Secondo la rivista informatica specialistica “Computerworld”: “L’ overflow del Buffer è diventato uno dei metodi di attacco preferiti dai programmatori di virus e programmi malaware del tipo Trojan horse”.

Questo significa che gli hacker cercheranno di infiltrarsi nei vostri sistemi sfruttando e/o manomettendo tutte quelle applicazioni che non dispongono della verifica del buffer.


Oltre al cercare delle applicazioni particolarmente vulnerabili da questo punto di vista, gli hacker inseriranno nel linguaggio di programmazione delle istruzioni volte a causare danni al computer modificando i dati e rimuovendo i file.


Oltre a ciò, anche le informazioni personale memorizzate sul vostro PC sono a rischio di essere aggredite da questi codici maligni.

Leggi anche

matteo achilli
Tecnologia

Intervista a Matteo Achilli: Egomnia, startup e dubbi

Matteo Achilli è un imprenditore italiano di 25 anni che nel 2012 ha fondato Egomnia, una piattaforma per chi cerca e offre lavoro. Appena ventenne, si è conquistato la copertina di Panorama Economy, che lo ha battezzato l’ “Italian Zuckerberg”. A distanza di 5 anni la società non decolla, le polemiche invece spiccano il volo. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*