Bug Facebook: morti 2milioni di utenti, anche Zuckerberg - Notizie.it
Bug Facebook: morti 2milioni di utenti, anche Zuckerberg
Tecnologia

Bug Facebook: morti 2milioni di utenti, anche Zuckerberg

facebook

Un errore fatale, un errore terribile quello di venerdì sera scorso. Facebook ha listato a lutto i profili di due milioni di utenti, tra cui anche quello di Mark Zuckerberg.

Per un “terribile errore”, come l’ha definito lo stesso Facebook, sono stati messi in lutto circa due milioni di profili di utenti. Utenti che stanno benissimo e che godono di ottima salute. E’ comprensibile come questo abbia alimentando un’ondata di messaggi a catena di condoglianze per gli amici e i parenti delle finte vittime. Per non parlare delle ore di angoscia e di panico vissute per chi era inconsapevole si trattasse di un errore.

Errore che ha colpito anche il profilo del “boss” di facebook, la falsa morte per il fondatore, amministratore delegato Mark Zuckerberg, sul cui profilo è apparso un messaggio in sua memoria.

Quindi per un breve lasso di tempo, in 2milioni di profili sono apparsi messaggi che invitavano al ricordo ed esortavano le persone care a “condividere e celebrare momenti della vita” dei defunti.

Le vittime “immaginarie” hanno quindi prontamente iniziato a postare messaggi e fare dirette real time al fine di poter dimostrare di essere ancora vivi e tranquillizzare tutti i loro amici e parenti del profilo social.

“Dannazione, ho dovuto usare Facebook Live per dimostrare che non ero Facebook Dead”, scrive un utente.

“Per un breve lasso di tempo è stato postato su alcuni account un messaggio in memoria di alcuni utenti.

E’ stato un terribile errore che ora abbiamo risolto. Siamo davvero spiacenti per l’accaduto e abbiamo cercato di risolvere il più presto possibile”, annuncia il portavoce di Facebook.

Facebook che ha introdotto i messaggi in memoria dei defunti nel 2015, a seguito di un rilevante numero di richieste da parte di familiari di poter accedere all’account dei cari scomparsi.

Tanti rumors però ipotizzano che si sia trattato di un test promozionale della nuova funzione, promosso direttamente e consapevolmente da Facebook. Si sarà trattato veramente di un errore?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Chiara Cichero 1238 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.