Bulgaria, profugo ucciso da un agente di frontiera

Bulgaria, profugo ucciso da un agente di frontiera

Esteri

Bulgaria, profugo ucciso da un agente di frontiera

Confine Bulgaria - Turchia (Fonte: ilpost.it)

Le informazioni sono ancora frammentarie e non ufficiali, ma sembra che un agente di frontiera bulgaro abbia sparato contro un profugo, mentre stava cercando di attraversare il confine tra la Bulgaria e la Turchia. Non si conoscono i dettagli, ma si è sicuro che il profugo sia morto durante il trasporto in ospedale.

Sulla faccenda si aprirà ora un’indagine, in quanto il profugo era assieme ad altre quarantasette persone, i quali secondo gli agenti non avevano ubbidito all’ordine di fermarsi, continuando a correre oltre la frontiera turca. Secondo l’agente che ha sparato, alcuni profughi nel gruppo erano armati, e le poche informazioni riportano due versioni: qualcuno ha sparato in aria e il proiettile è poi rimbalzato sul profugo deceduto, oppure l’agente ha effettivamente colpito l’uomo.

Il Primo Ministro Borisov, non appena ricevuta la notizia, ha lasciato il vertice europeo a Bruxelles ed è tornato subito in patria per una dichiarazione e seguire l’andamento delle indagini e relativi sviluppi.

Il profugo colpito era originario dell’Afghanistan, come gli altri suoi compagni di sventura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche