Bunkertv, nasce la prima web Tv dedicata alle band COMMENTA  

Bunkertv, nasce la prima web Tv dedicata alle band COMMENTA  

BunkerTV è un progetto partito da alcuni ragazzi con la passione per la musica, voglia di farla e farla ascoltare. Prima di tutto Bunker Tv risolve un bisogno dei fondatori: quello di ascoltare musica che altrimenti sarebbe difficile trovare.

Il progetto prende forma, quasi per gioco, un pomeriggio di maggio 2013. Un gruppo di amici si esibisce nello studio di registrazione Bunker Studio a Milano (in Viale Argonne), studio che poi darà il nome al progetto.

Si comincia a registrare qualche puntata, prima con artisti e band trovate fra conoscenti; poi, molto velocemente e solo grazie al passaparola, le richieste di partecipare al programma aumentano esponenzialmente.

BunkerTv è solo web, con un format pensato appositamente per la rete. E’ web per la durata dei contenuti – le puntate durano una decina di minuti – e per il modo di presentarli, secondo le esigenze dei due principali social network su cui vengono condivisi: facebook e youtube.

L'articolo prosegue subito dopo

Il format è semplice: due pezzi in acustico e alcune domande alla band o all’artista. “Una conversazione come nel soggiorno di casa, per raccontare la musica ma anche le esperienze e la vita dei ragazzi che passano da noi” dice Nicola, uno dei fondatori. “Noi del Bunker siamo pronti ad ascoltare tutto e ad imparare ogni giorno. Poche chiacchiere e tanta musica il nostro motto! Alcune televisioni streaming web ci hanno già chiesto i contenuti per i loro programmi, e stiamo valutando questa opportunità. Ovviamente in questo momento i video sulla rete hanno un valore speciale, dato dai vari formati pubblicitari correlati. Siamo contenti della risposta delle band, che aderiscono entusiaste al progetto, ma anche del pubblico che ci dà la forza di continuare. In alcune città ci hanno chiesto di poter replicare il format e fra poco inizieremo le produzioni da uno studio di Roma. Ma ciò che soprattutto ci farà andare avanti sarà la voglia di ascoltare buona musica e darle la giusta visibilità: è questo che ci ha portato a produrre già 50 episodi, a pochi mesi dalla nascita del progetto. Siamo contenti anche perché da domenica partirà la nuova sezione Rap e Dj, che ovviamente avrà un taglio molto più giovane, e sarà fatta e prodotta da ragazzi per i ragazzi. I video hanno subito una diffusione virale quasi inaspettata: ogni video infatti, prestandosi bene a condivisioni e sarin, viene virilizzato dalle band stesse e poi dai loro fan sulla rete, e si diffonde velocemente aumentando visitatori, views e fan.” Per tutti i contatti: http://www.bunkertv.it

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*