Buonanotte a tutti ! COMMENTA  

Buonanotte a tutti ! COMMENTA  

L’insonnia è un problema molto diffuso e non facile da risolvere. Ciò è testimoniato indirettamente dai numerosi farmaci disponibili. Comporta un ritardo dell’ora di addormentamento (si parla di “gufi”), o un riveglio precoce (le “allodole”). Le conseguenze della riduzione delle ore di sonno compromettono la qualità dell’attività diurna. Una terapia che vada alle radici di questa situazione diffusissima deve poter abbracciare tutti gli aspetti della vita, l’alimentazione, il lavoro, gli affetti, l’attività fisica, il consumo di alcol, fumo, caffè, le modificazioni dell’ambiente circostante. 

Le erbe, anche in questo caso, ci vengono in aiuto. Ecco alcuni alimenti, consigli e ricette fitoterapiche che possiamo provare in alternativa all’ enumerazione delle pecore…


Favoriscono il sonno: albicocche, avena, basilico, carciofo, cavolo, lattuga, maggiorana, mela, melissa, pesca, zucca.

Sciroppo di tiglio, 3 cucchiai alla sera. Lo stesso effetto si ha con lo sciroppo di passiflora, sempre 3 cucchiai.


Arancio amaro, 5 grammi: porre in infusione i fiori in 25 cl (un bicchiere) d’acqua bollente per dieci minuti. Filtrare. Consumarne mezza tazza addolcita con miele, alla sera.


Salvia, issotopo, tiglio, fiori di camomilla in parti uguali:  bollire un cucchiaio di miscela in 50 cl di latte. Lasciar intiepidire e berne una tazza mezz’ora prima di andare a letto.

L'articolo prosegue subito dopo


La disponibilità di numerose piante permette, con l’aiuto di una persona competente ed esperta, di personalizzare la terapia a seconda delle cause dell’insonnia. Chiaramente è necessario evitare di bere caffè o cocacola, o mangiare cioccolato nelle tarde ore pomeridiane, altrimenti… le pecore da contare continueranno ad aumentare inesorabilmente e le ore di sonno a diminuire costantemente!

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*