C’eravamo tanto amati: Lo Monaco e Lopez ai ferri corti

Catania

C’eravamo tanto amati: Lo Monaco e Lopez ai ferri corti

Fino a poco tempo fa rappresentava l’autentico valore aggiunto di una formazione come quella rossazzurra che provava a diventare grande. La scarsa vena realizzativa di quest’anno ha trasformato Maxi Lopez da grande genio del pallone a quasi un brocco. E il tanto amato Lopez è finito sotto la mira di Lo Monaco e Mascara. Mica i primi arrivati ma due pezzi da novanta del mondo catanese. Ma il problema non è solo questo. Come spesso accade a scatenare le ire di Lo Monaco è il continuo calo di quotazione che la prima punta argentina sta subendo da inizio anno. Mentre il Napoli sperava di poterlo accogliere sotto il Vesuvio il “no” di Lo Monaco sperava di sfruttare questa stagione per far aumentare sensibilmente il prezzo della “Gallina” rossazzurra. Attenzione però perché per il buon Maxi Lopez gli acquirenti non mancano con Juve e Manchester pronti a bussare alle porte. Di pochi giorni fa infatti è la notizia di incontri fra il plenipotenziario rossazzurro e il dg bianconero Marotta che sta fiutando l’affare di poter portare una prima punta dall’assoluto valore tecnico-tattico come Lopez alla corte di Del Neri.

Sicuramente non mancheranno le prossime puntate con Antenucci che sta ottenendo i favori di tecnico e spogliatoio e un Lo Monaco che comincia ad essere possibilista su una cessione a Gennaio.

Quando il denaro tutti si devono accontentare.

Bisogna comprendere come la piazza catanese accoglierà la notizia di una cessione tanto importante. Un giocatore di un livello stratosferico che forse il vulcano non aveva mai potuto osservare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*