Caccia ai killer dei cinesi, blitz in un casolare

Cronaca

Caccia ai killer dei cinesi, blitz in un casolare


Caccia ai killer dei cinesi, blitz in un casolare
A San Lorenzo era stata ritrovata la borsa rapinata all’uomo ucciso insieme alla figlia di nove mesi

Nuovi controlli dei carabinieri in un casolare allo scalo di San Lorenzo, a pochi passi da dove è stata trovata la borsa rapinata dai killer del padre e della figlia di nove mesi a Tor Pignattara.

Sono stati controllati 25 vagoni ferroviari all’interno dei quali vivevano 36 persone di origine nordafricana, molti dei quali sprovvisti di documenti. Quattro di queste sono state arrestate (tre per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e una per possesso di un documento falso).

I carabinieri hanno portato in caserma gli altri fermati, privi di documenti, che saranno sottoposti a foto segnalamento per accertarne l’identità e riscontrare se trattasi di persone destinatarie di provvedimenti.

Sono stati 150 i carabinieri impiegati, di tutte le stazioni di Roma, del nucleo investigativo di via In Selci e delle compagnie di intervento Operativo, con unità cinofile antidroga e antiesplosivo e coadiuvati dall’alto da un elicottero del reparto di Pratica di Mare.

In tutta la capitale, intanto, nelle ultime 24 ore, sono stati complessivamente 24 gli arresti compiuti dai carabinieri del comando provinciale di Roma nel corso dell’attività di controllo del territorio che ha interessato gran parte dei quartieri romani, con una particolare attenzione per quelli periferici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche